La rotatoria che a Bovisa appare e scompare, meglio il vecchio semaforo

Milano

A Milano un tocco di magia e voilà una rotatoria appare e poi sparisce nel giro di poche ore. Se ne parlava da tempo, quasi fosse un miraggio e poi, nota il Corriere, poi all’improvviso è apparsa sull’asfalto della Bovisa, infine è scomparsa di nuovo, così com’era arrivata, lasciando soltanto una mano di colore nero a testimoniarne il passaggio. Si tratta della «rotonda fantasma» tra via Durando e via Cosenz, realizzata nei giorni scorsi e smantellata nel giro di poche ore. L’incrocio è davvero insidioso con le macchine (e i camion) che transitano tra Bovisa, Affori e la Comasina. Un rischio continuo, insomma che il Comune ha cercato di ovviare con la nascita della rotatoria prevista tra gli oneri del cantiere infinito sulle ex aree Ceretti Tanfani, una nuova segnaletica e una rotonda con i jersey di plastica. Ma i veicoli spostavano i jersey, meglio la vecchia soluzione con un semaforo, viste le esigenze dei pedoni, studenti del Politecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.