AreaB, Confesercenti chiede tempo fino al 2030

Milano

«Pur comprendendo e condividendo l’esigenza di un crono-programma per contribuire alla riduzione dell’inquinamento atmosferico, chiediamo al Sindaco Sala di favorire la possibilità per gli imprenditori di sostituire il proprio veicolo trasporto merci garantendo adeguati tempi di ammortamento sui nuovi veicoli, che devono poter circolare quantomeno fino al 2030». Così il Presidente di Confesercenti Milano – Andrea Painini – commenta l’adesione all’ “appello aperto” a tutte le Associazioni indirizzato al Primo cittadino per stimolare una revisione della normativa su Area B, la nuova ZTL di Milano attiva dalla giornata di oggi su gran parte del territorio cittadino.

«L’attuale “tabella di marcia” di area B», aggiunge Claudio Cremonesi, Direttore di Confesercenti Milano, «prevede il primo Ottobre 2025 quale termine ultimo per la circolazione dei veicoli Euro 6 Diesel A-B-C trasporto merci leggeri acquistati dopo il 31.12.2018, nei fatti gli unici mezzi idonei di questa categoria a oggi reperibili in pronta-consegna». «Tale previsione non favorisce certo il ricambio dei veicoli più obsoleti, dal momento che gli unici mezzi con cui è al momento possibile sostituirli sarebbero a loro volta da rimpiazzare tra poco più di 6 anni, con un tempo di ammortamento insostenibile per moltissime imprese attive su Milano».

«Auspichiamo» riprende il Presidente Painini «che la revisione possa favorire la più ampia omogeneizzazione possibile delle misure anti-inquinamento a livello di bacino-padano e che anche il piano-incentivi previsto dal Comune possa re-indirizzarsi verso le motorizzazioni effettivamente disponibili sul mercato, partendo proprio dai mezzi Euro 6 Diesel A/B/C, certo assai meno inquinanti della maggior parte dei veicoli a oggi circolanti nel capoluogo lombardo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.