Governo, Berlusconi: bisogna mandarli a casa

Politica

Non si può pi aspettare, la situazione ormai sta sfuggendo di mano. “Bisogna cambiare il Governo, bisogna mandarli a casa. Il più presto possibile”. Lo ha detto il leader di Fi, Silvio Berlusconi, in un comizio elettorale per le regionali ad Avezzano, precisando, in un altro passaggio, che “non ci sarà bisogno di un ultimatum a Salvini, perché poi noi dobbiamo lavorare con loro per il prossimo governo qui e anche per lavorare con loro in Europa”. “E allora saranno i fatti – ha aggiunto – che li costringeranno ad andare a casa”. Il messaggio arriva nel post conferenza stampa per le regionali in Abruzzo che ha causato una reazione da parte degli azzurri: “Inutile nasconderlo. Ieri durante la conferenza stampa in Abruzzo Salvini e la Meloni hanno trattato Berlusconi con arroganza e maleducazione. Gli osservatori della politica avranno notato che i due hanno anche evitato di sedersi accanto a Berlusconi quasi a voler prendere le distanze – ha sottolineato Pietro Tatarella – Ricordare la storia di Berlusconi sia imprenditoriale che politica è superfluo, ma evidentemente qualcuno ha la memoria corta ed è bene dire in modo forte e chiaro che il Presidente Berlusconi merita innanzitutto grande rispetto e grande riconoscenza. Voglio essere ancora più chiaro!  Noi Berlusconi non lo tratteremo mai come voi avete trattato Bossi… non è una questione politica è una questione di stile. Su questo siamo molto diversi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.