Quattro regioni del nord unite per lo sviluppo economico

Lombardia

Viene siglato quest’oggi a Milano un protocollo d’intesa tra le Unioni regionali delle Camere di Commercio di Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto con l’obiettivo di supportare l’economia dei territori a cogliere le opportunità offerte da una dimensione territoriale più ampia e da un’integrazione di strategie in grado di valorizzare le eccellenze attraverso azioni condivise. A firmare il documento, i quattro presidenti: Gian Domenico Auricchio – Unioncamere Lombardia, Vincenzo Ilotte – Unioncamere Piemonte, Mario Pozza – Unioncamere Veneto e Alberto Zambianchi – Unioncamere Emilia-Romagna. Prosegue quindi il percorso di collaborazione, già stato positivamente sperimentato
nell’ultimo triennio tra i sistemi camerali di Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto che ha portato a un proficuo raccordo e scambio di esperienze su diversi temi. Con
l’aggiunta del Piemonte si intende consolidare ed estendere questa collaborazione di supporto alla diffusione delle politiche e dei servizi di sistema tra realtà camerali delle
quattro regioni, ma anche a livello interregionale. La macro-area costituita da Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto comprende 30 Camere di commercio e più di 2 milioni di imprese attive iscritte ai Registri camerali, genera 750 miliardi circa di valore aggiunto – pari al 48% del valore aggiunto nazionale – e 290 miliardi di export – pari al 65% dei flussi di export nazionali. Già questi primi dati statistici fanno comprendere la rilevanza di questa macro-area e potrebbero, da soli, spiegare il motivo per cui le quattro Unioni regionali delle Camere di commercio ritengono importante muoversi in una logica di area vasta. Tuttavia le motivazioni vanno oltre questi numeri e poggiano sulla necessità di
sviluppare reti di relazioni che superino i confini geografici e amministrativi in modo da abbracciare una prospettiva più ampia, identificando linee di intervento che tengano conto delle differenti peculiarità dei territori ma contemporaneamente ne valorizzino le eccellenze e competenze estendendole ai diversi sistemi della macro-area.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.