Troppo freddo in Tribunale: si sospende il processo Monte Paschi

Cronaca

All’inizio del dibattimento la temperatura in aula era di 13.5 gradi, e fra i tanti che si lamentavano per  il freddo, molto pochi invece si sono tolti il cappotto per indossare la toga.

Nell’aula Bunker di Piazza Filangieri a Milano faceva troppo freddo per poter proseguire l’udienza del processo sul caso Mps, perciò si è congedato il testimone ed è stato sospeso il dibattimento, rinviandolo a dopo le vacanza di Natale, sperando che il riscaldamento riprenda a funzionare.

Sono 16 gli imputati nel processo Mps , tra cui Giuseppe Mussari, Antonio Vigni e Gian Luca Baldassarri, rispettivamente ex presidente, ex direttore generale ed ex responsabile Area Finanza della banca senese, e poi ex manager e manager di DeutscheBank e di Nomura. In questo caso è necessario far luce su una serie di operazioni finanziarie che, secondo la procura, avrebbero coperto le ingenti perdite subite dalla banca dopo l’acquisto di Antonveneta.

Proprio nell’udienza del 20 dicembre doveva esserci la deposizione di Michele Rutigliano, consulente tecnico di Baldassarri, ma quando il dibattimento è iniziato alle 9.30 del mattino, in aula si registravano 13.5 gradi centigradi. Intorno a mezzogiorno il presidente della Corte, Lorella Trovato, ha chiesto l’intervento di un tecnico, ma senza ottenere risultati così, attorno alle 14, su richiesta di Pm e avvocati, ha dovuto chiudere i lavori. “Considerate le condizioni climatiche dell’aula incompatibili con la prosecuzione dell’udienza, per la bassa temperatura” è stato messo a verbale prima di sospendere la deposizione del testimone e rinviare il processo al prossimo 10 gennaio.

1 thought on “Troppo freddo in Tribunale: si sospende il processo Monte Paschi

  1. E’ possibile che pesudo Finanzieri estremisti distruggono con terrorismo economico e psicologico la serenità ,la stabilita delle famiglie italiane che hanno sempre creduto nei titoli di stato italiani emessi dalla Repubblica Italiana ?
    E’ possibile giocare con titoli di stato emessi e garantiti dalla Repubbilica italiana ?
    E’ possibile contabilizzare come ha fatto MPS ( sino al 2015 )? Ossia contabilizzare 5 miliardi di titoli di stato italiani mai comprati ne’ pagati dalla banca ?
    Ma i padri costituenti (persone illuminate) avevano previsto che si potesse fare un uso improprio ed alterato delle leggi, ed hanno scritto art. 47 della costituzione “La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito”.
    LA LEGGE ITALIANA È UGUALE PER TUTTI O PER ALCUNI È PIU’ UGUALE CHE PER ALTRI ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.