Il dentista non fa più paura: gli italiani tornano a curarsi, ma l’igiene orale è ancora scarsa

Scienza e Salute

Tanti italiani, purtroppo, sottovalutano l’importanza dell’igiene orale: a dimostrarlo sono i dati di settore, dato che pochissimi italiani lavano correttamente (e regolarmente) i propri denti.

Prima di arrivare a numeri e cifre, però, è bene sottolineare un aspetto molto importante della questione: molte persone collegano alla cura dei denti l’aspetto estetico, il che non è scorretto, ma la priorità va data sempre alla salute personale.

In sintesi, prima della bellezza, viene sempre lo stato impeccabile dei denti proprio perché trascurare l’igiene orale, può causare problemi come le infezioni alle gengive, o portare a malattie più gravi come la parodontite.

Se da un lato un numero crescente di italiani torna dal dentista, dall’altro l’igiene orale media è ancora abbastanza scarsa. Vediamo gli ultimi trend degli italiani al riguardo.

Italiani e salute orale: si torna dal dentista

Per tanto tempo l’Italia ha sofferto di numeri carenti in termini di visite dal dentista, mentre oggi la situazione sembra essere cambiata in positivo.

Stando ai dati del report firmato da AIC, infatti, il 90% degli intervistati è andato da uno specialista almeno una volta negli ultimi 12 mesi. Non solo per le cure personali, ma anche per quelle dei figli.

Questo è un dato che sicuramente va visto in ottica positiva, ma che comunque nasconde qualche ombra. Nonostante i risultati dell’indagine AIC EduCarie, difatti, l’attenzione per l’igiene orale rimane piuttosto bassa in tutto il Paese.

Ad esempio, solo il 30% circa degli italiani lava i denti almeno una volta al giorno, mentre il 25% dei cittadini del Belpaese provvede al lavaggio in modo ancor più saltuario. A livello informativo e formativo la situazione non è migliore: gli italiani dimostrano di essere molto confusi su condizioni quali la carie, mentre il 25% degli under-14 lava i denti solo quando costretto dai genitori.

Le patologie più diffuse derivanti da queste mancanze

La mancata pulizia o cura dei denti porta con sé alcune patologie, più o meno invasive, fra le più diffuse troviamo le immancabili carie: queste colpiscono 190 milioni di persone ogni anno e in Italia sono arrivate a toccare una percentuale del 90% della popolazione.

La carenza di cure e igiene dentale è causa anche dello smalto dentale rovinato. Per fortuna si tratta di una situazione che può essere alleviata e arginata anche grazie ad alcuni prodotti: sul mercato, infatti, è possibile trovare uno specifico dentifricio rigenera smalto, come quello della gamma Biosmalto. Si tratta di un prodotto consigliato per contrastare quotidianamente questa problematica.

È ovvio che, in aggiunta a qualsiasi tipologia di prodotto, si rende necessaria la cura di uno specialista: senza di essa, non è mai possibile giungere ad una diagnosi accurata del problema.

In sintesi, gli italiani ritornano dal dentista, ma sono ancora numerose le lacune in termini di igiene orale, ecco perché servirebbe una maggiore attenzione, sia negli adulti, che nei più giovani.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.