The Tallis Scholars ospiti di Milano Arte Musica

Cultura e spettacolo

Giovedì 23 agosto, ore 20.30 – Santa Maria della Passione – via Conservatorio 16

La dodicesima edizione di Milano Arte Musica termina giovedì 23 agosto alle 20.30 nella Basilica di Santa Maria della Passione. Il coro inglese The Tallis Scholars, esponenti della musica sacra rinascimentale, e il suo direttore Peter Phillips, presenteranno per la prima volta in Italia i brani From the water di Christopher FoxMarrow di Nico Muhly, di Byrd, Purcell, Hassler e J.S. Bach.

Il Festival internazionale di musica antica si conclude con una triplice declinazione di quella che è stata per secoli una delle colonne portanti della scrittura musicale dell’Europa medievale, moderna e contemporanea: la polifonia vocale a cappella. Questo fenomeno musicale è colto in tre momenti storici che presidiano un percorso secolare: l’inizio e la fine della grande arcata del barocco e la contemporaneità più recente.

All’alba del barocco due autori, William Byrd e Hans Leo Hassler. Il primo, cattolico nell’Inghilterra elisabettiana e gentiluomo della Cappella Reale, si prodigò nell’impresa della stampa musicale, cui affidò diversi libri di musica da chiesa, da cui provengono le pagine in programma: pagine in cui complessità di scrittura e purezza dell’effetto sonoro non si contraddicono. Non meno efficace è la messa di Hassler, nativo di Norimberga ma formatosi con Andrea Gabriele a Venezia, da cui apprese l’arte di costruire uno spazio sonoro nuovo, tale da commuovere gli affetti dell’ascoltatore facendo leva su un sentimento di meraviglia. L’effetto è ottenuto tramite la scrittura a otto voci miste distribuite in due cori praticata sotto le volte della Basilica ducale di San Marco.

All’altro capo della stagione barocca troviamo Purcell e Bach. Il primo rappresentato da una serie di anthem composti nei primi anni Ottanta del Seicento: pagine dalla poesia delicata, frammento d’un lavoro più complesso Hear my prayer, O Lord a otto voci, composto forse per l’incoronazione di re Giacomo II I was glad. Il mottetto bachiano s’impone come un capolavoro di moderna applicazione della secolare arte della polifonia corale, ormai alle soglie dello stile galante. Tanta bellezza è riservata al congedo del rito funebre, laddove gli usi liturgici prevedevano a Lipsia la presenza della musica: la partenza del corteo, le esequie, i vespri commemorativi celebrati una settimana dopo la sepoltura.

Che l’arte della polifonia a cappella sia viva è dimostrato da due lavori di autori contemporanei. From the water, su testo dal Vangelo secondo Matteo (3,1-17), è stato completato nel 2014 per il 750° anniversario della fondazione del Merton College di Oxford. Ne è autore il compositore Christopher Fox. Ancor più recente è Marrow, scritto nel 2017 da Nico Muhly, statunitense, figura poliedrica di autore di successo, con all’attivo commissioni dal Metropolitan, dalla Philadelphia Orchestra. Su testo dalla versione inglese del Salmo 63, tratta dal Book of Common Prayer (1662), il pezzo, commissione del Nederlands Kamerkoor, è stato tenuto a battesimo nell’ambito del progetto “150 salmi”, lo scorso 1° settembre 2017 al Festival di musica antica di Utrecht, come questa sera nell’interpretazione dei Tallis Scholars.

23 agosto posto unico 15 € – Giovani fino 26 anni: 5 euro (disponibilità limitata) – Vendita sul posto, secondo disponibilità, 40 minuti prima di ogni concerto; segreteria parrocchiale di S. Maria della Passione dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.00; online (con diritto di prevendita): Circuito Vivaticket www.vivaticket.it

INFO: Cappella Musicale – via Bellini 2 – tel e fax 02.76317176 – e-mail mail@lacappellamusicale.com

 

William Byrd                               Laudibus in sanctis

(1540-1623)                                     Resurrexi

Nico Muhly                                    Marrow

(1981-)

Christopher Fox                          From the water

(1955-)

Henry Purcell                              I was glad Z 19

(1659-1695)                                      O God thou art my God Z 35

Hear my prayer Z 15

O Lord God of hosts Z 37

Hans Leo Hassler                       Missa Octava (a8)

(1564-1612)                                      Ad Dominum cum tribularer

Johann Sebastian Bach          Komm, Jesu, komm BWV 229

(1685-1750)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.