M4, Granelli esulta per gli ulteriori ritardi della Linea Blu

Milano

Surreale, ma vero. Marco Granelli, attuale assessore alla Mobilità, ha annunciato come un successo lo slittamento ulteriore dell’apertura della linea Blu. Ci saranno almeno altri cinque anni di cantieri a rivoltare il centro cittadino come un calzino. E solo per i ritardi sono stati stanziati 80 milioni di euro. Più altri ancora per eventuali scoperte archeologiche.

“L’atto integrativo è frutto di un serrato e puntuale lavoro di revisione e verifica su tutta la tratta e su tutti gli aspetti della M4 – dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità –  svolto in stretto accordo fra l’Amministrazione e la Concessionaria dell’opera e consente di proseguire speditamente fino al termine della costruzione della Blu”.

Ora l’intervento di Granelli potrebbe sembrare una barzelletta, invece è stato annunciato in un comunicato dai toni inspiegabilmente entusiastici. C’è persino un paragone con i lavori della metropolitana di Roma: secondo Palazzo Marino è una buona notizia che la metropolitana Blu costi alla collettività 128 milioni di euro al chilometro perchè quella di Roma è arrivata a costarne 141. Quindi secondo Granelli c’è ancora margine, potremmo tranquillamente spendere una ventina di milioni in più, in fondo il metro (scusate la battuta) di paragone è uno dei massimi esempi di pessima gestione di fondi pubblici. Dopo anni e anni, la metropolitana romana ancora non è finita e buona parte è a perpetuo rischio di incidenti. Uno degli ultimi commissari l’aveva pure messo per iscritto. Quindi secondo Granelli i milanesi dovrebbero essere felici, possiamo ancora peggiorare di molto, quindi tranquilli. Surreale, ma vero

Qui potete vedere i rendering dei nuovi progetti:

Rendering San Cristoforo 1 Rendering San Cristoforo 2 Rendering San Cristoforo 3

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.