Financial Times: “L’Italia non può permettersi tempi lunghi, per ora i mercati si fidano di Mattarella”

Politica

Milano 10 Aprile – E adesso che anche il Financial Times osserva “L’Italia può difficilmente permettersi una paralisi prolungata”. “Se il rompicapo scaturito dall’esito del voto va oltre una soluzione, un governo ad interim potrebbe essere l’opzione meno peggiore. Il suo compito sarebbe rivedere la legge elettorale e procedere a elezioni con un modello che produca un vincitore chiaro”.

Le parole di Salvini per il Centrodestra, forse sembrano più adeguate e meno ultimative. Riferisce Il Giornale “Alla vigilia della settimana in cui prenderà forma il secondo giro di consultazioni quirinalizie il centrodestra batte un colpo importante, dettando una linea comune, ribadendo la necessità di rispettare il verdetto elettorale e annunciando di non essere disposto ad accettare un governo non guidato da una personalità di centrodestra. Una personalità di centrodestra, appunto, il che implica, se ciò sarà necessario, la disponibilità di Salvini a fare un passo indietro a favore di un’altra figura indicata dalla coalizione, con un diritto di precedenza sulla scelta concessa al Carroccio. E chiarisce “Se ci saranno i numeri per governare e sarò orgoglioso di farlo, altrimenti meglio tornare ad ascoltare gli italiani. O un governo che parte dal centrodestra che può fare le cose, evidentemente con i Cinquestelle, oppure il voto»

La posizione del Centrodestra è chiara e limpida, ma il cha cha di Di Maio è incomprensibile e dannoso. A parole balla un minuetto senza senso, mettendosi al centro della scena, senza capire che il tempo ha un valore inestimabile, che non fa sicuramente l’interesse dei cittadini la sua mancanza di duttilità che allontana sine die la soluzione.

Perché, osserva il Financial Times, l’iter per giungere al nuovo governo “potrebbe andare avanti per almeno due mesi. Fortunatamente, Mattarella, ex giudice della Corte costituzionale, il cui fratello è stato assassinato dalla mafia nel 1980, è una figura pubblica degna di fiducia e con un risoluto senso del dovere” e quindi “rammenterà sicuramente ai leader di partito l’esigenza di trovare una soluzione che rispetti i vincoli europei e transatlantici dell’Italia”.”La rassicurante presenta di Mattarella – sottolinea il quotidiano della City – è una delle ragioni per cui i mercati finanziari non sono apparsi turbati dalle elezioni”. Di Maio si ritenga avvisato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.