Dove sta il pudore in “Che tempo che fa” e nel “Grande Fratello Vip”?

Cultura e spettacolo

Milano 16 Novembre – Forse parlare di pudore è fuori moda, ma il senso della misura e dell’opportunità non dovrebbero invecchiare. Purtroppo in questa televisione sguaiata il confine del buon gusto e del buon senso è andato a farsi friggere. Due le trasmissioni che, per motivi diversi, non hanno il senso del pudore: Grande Fratello Vip e Che Tempo che fa di Fazio. Canale 5 ha decisamente e strategicamente imbarcato i personaggi giusti per solleticare gossip e quel voyeurismo latente di tanti spettatori. Diversamente come si spiegano le paginate dei giornali e i numerosissimi commenti sui social su quell’”armadio” dove Cecilia e Ignazio si sono rifugiati in un momento di passione irrefrenabile? Fanno sorridere d’ironia i tormenti dell’anima della Rodriguez: dica apertamente che “il digiuno” era insopportabile. E se la De Lellis, uscita da non si sa quale fumetto, le suggerisce di tenere le gambe chiuse, significa che anche nei gesti banali, l’eleganza non c’è più. Non credo interessi il destino della coppia e neppure le introspezioni profonde di Bossari o di Malgioglio…perché è assolutamente manifesto che sono lì “a scopo di lucro”.

Diverso il discorso di un Fazio, chiamato su RAI 1 per partorire una montagna e che, invece, ha partorito un flop senza precedenti. Il suo Che tempo che fa, nella monotonia di un rito noioso, condotto con voce noiosa, con quella sicurezza di chi ha fatto un affare, senza pudore per i soldi che guadagna assolutamente sproporzionati se si considera il riscontro in ascolti. Qualche sera fa il Di Maio dei 5 Stelle che ha risposto con i soliti slogan, ma un sorriso convincente, l’ha prevaricato senza fatica. E meno male che poi sono arrivati i Negramaro a dare una scintilla di vita. La verità è che Fazio è autoreferenziale anche nelle domande, disprezza chi non la pensa come lui, ma nel servizio pubblico, asservito alla sinistra, va benissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.