Troppo comoda la Caserma Montello. I migranti rifiutano il trasloco nell’hinterland

Fabrizio c'è Milano
Milano 13 Settembre – 350 migranti ospiti della Caserma Montello non vogliono spostarsi dopo il 31 Dicembre, termine previsto dell’utilizzo provvisorio della Caserma.
I migranti, in un comunicato in cui si firmano Black  Phanters, dicono che non hanno intenzione di farsi spostare dalla Prefettura in Comuni della Provincia.
Stanno troppo bene dentro la Caserma, munita di ogni comodità compresi gli impianti sportivi, ben servita per le loro quotidiane passeggiate in centro!
Peccato che già si sia perso un anno nella realizzazione di quella che era la vera destinazione di Via Montello: diventare la “Cittadella della Sicurezza” cioè la più grande caserma della Polizia di Stato, in sostituzione della Caserma Sant’Ambrogio destinata all’espansione dell’Università Cattolica.
La Milano buonista e di sinistra scelse di mandare via i militari per metterci i migranti, con la promessa che ci sarebbero stati un anno.
Ora, come volevasi dimostrare, il problema si ripropone. Ma i migranti non ne vogliono sapere di spostarsi: troppo comodo avere vitto e alloggio vicino al centro di Milano.
Conoscendo la bontà e l’autolesionismo della sinistra milanese per i migranti, già immagino come finirà. Rimarranno lì o al più verranno spostati in un altra caserma di Milano.
Figuriamoci se dopo un anno di permanenza Majorino e tutti i compagni della “marcia contro i muri” vorranno interrompere la splendida esperienza di accoglienza oziosa a spese nostre.
Noi ci rivolgeremo al Prefetto perché i patti vengano rispettati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.