MM fa da recupero crediti ad Aler?

Milano

L’avvocato La Manna Di Salvo, che rappresenta decine di inquilini di case popolari, non credo abbia mai ricevuto PEC più strana di quella di ieri. Aveva scritto qualche settimana (sì, qualche settimana) fa per chiedere conto ad MM del perché gli inquilini dovessero pagare dei conguagli di sette anni fa e senza alcuna specifica sul cosa e sul perché. Oltre ad un piccolo, ma rilevante dettaglio e cioè la voce facility, un oggetto di difficile identificazione ed ancor più difficile spiegazione. Ebbene, la motivazione, scarna e dal tono vagamente seccato è stata: noi abbiamo acquisito il credito, non abbiamo fatto domande ed Aler ha già detto tutto agli inquilini. Che ora devono solo sborsare.

Ci sono due piccolissimi ostacoli a questo. Primo, da quanto risulta a chi scrive, Aler non ha spiegato né rendicontato nulla a nessuno. E le testimonianze, in effetti, sembrano veraci: se Aler avesse fatto il rendiconto dell’anno 2010, ad esempio, avrebbe anche chiesto il denaro, no? no. Secondo MM i conti sono stati mandati, ma i soldi non li hanno chiesti. Così è parsa da subito una buona idea chiedere 4 anni di conguagli in 4 mesi, a famiglie che, stando nelle case popolari, di certo non sono agiate. Questa è la tipica saggezza burocratica della creatura di Pisapia: l’obiettivo è sempre e solo far cassa. E, di norma, non viene centrato. Potrebbe essere perché, agendo da sceriffo di Nottingham, magari la gente fa resistenza? Pare che nessuno se lo sia ancora domandato.

Non è finita qua. Il buon imprenditore, quando accetta un credito a copertura di un debito, dovrebbe verificare due cose: 1. Che esista e 2. Che sia materialmente incassabile. MM no. MM si fida. Ciecamente. Tant’è che ha già liquidato i fornitori (il debito che doveva coprire e che Aler ha saldato con i crediti da conguaglio). Ottimo, quindi ha un buco. Che dovrebbe coprire con dei soldi che non ha la minima idea se recupererà. Io credo ci siano già gli estremi per il danno erariale. E se Aler avesse sbagliato i conti? No, dico, parliamo di Aler, non della Nasa. MM non lo sa. Ad MM non interessa. Come mai?

In parte perché MM ha ricevuto un sostanzioso sconto sui costi da pagare, nel passaggio da Aler. E sta invece chiedendo l’intero ai cittadini. Sperando che gli onesti si facciano spennare per coprire quelli che mai hanno pagato e mai lo faranno. Solo che stavolta i conti potrebbero non tornare del tutto. Soprattutto se hanno ragione i numerosi condomini che continuano ad affermare che Aler di quelle spese non avesse mai dato conto, che non ci sia stata alcuna trasparenza e che MM abbia l’obbligo di rispondere della riscossione di quei, fantomatici, crediti. Ah, per la cronaca lo Studio la Manna DI Salvo aveva solo chiesto il rendiconto delle spese da conguagliare. Che, in teoria, MM dovrebbe solo richiedere ad Aler, la quale, avendole, secondo loro, inviate ai condomini, dovrebbe solo tirarle fuori dai cassetti. Inutile dire che MM ha rifiutato sdegnata. Probabilmente perché ha il sospetto, come chi scrive, che in quei cassetti non ci sia nulla. Ma se così fosse sarebbe etico, prima ancora che legale, chiedere quelle somme agli inquilini?

1 thought on “MM fa da recupero crediti ad Aler?

  1. Anche qui in corvetto alle case popolari e successo lo stesso! Non sanno darci nessun riferimento in merito a questi conquagli nello specifico. Siamo al quanto spaventati in merito. Chiedono conguagli nonostante abbiamo sempre presentato il censimento ecc… cosa possiamo fare? Qui nelle case di via barzoni e un caos totale . Qualcuno può darci una mano per favore che davvero abbiamo paura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.