“I me ciamava per nome” da testimonianze di ex deportati

Cultura e spettacolo

Testo e regia di Renato Sarti da testimonianze di ex deportati raccolte da Marco Coslovich e Silva Bon per l’Irsml FVG

Milano 26 Gennaio – Pochi sanno cosa sia stata, in tutto il suo orrore, la Risiera di San Sabba a Trieste, unico lager nazista in Italia munito di forno crematorio (da tremila a cinquemila le vittime). Un colpevole oblio ha soffocato fin dall’immediato dopoguerra le voci, a volte ha inquinato le prove, di quanto è accaduto poco più di settant’anni fa. Le testimonianze dei sopravvissuti e le deposizioni dei carnefici costituiscono un patrimonio storico, sociale, politico e umano straordinario. Un patrimonio che Renato Sarti ha valorizzato; una visione “dal basso” e “dal di dentro” di quei terribili avvenimenti, espressa con un linguaggio particolare.

Sala AcomeA  29 gennaio – 1 febbraio 2017

Biglietti: intero 15€; over60/under26 12€
Orari: domenica h 15.45; lunedì e martedì h 20.45; mercoledì h 19.30
INFO  : 02 59 99 52 06; biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.