Tribunale di Milano apre ‘sala d’attesa protetta’ per casi di violenza su donne

Cronaca

Milano 24 Novembre – Il Tribunale di Milano pensa alle donne. Nel Palazzo di Giustizia è stata allestita  un’apposita ‘sala d’attesa protetta’ per consentire alle vittime e testimoni di fatti di violenza contro le donne di “attendere il momento della celebrazione dell’udienza lontano da contatti con l’imputato o con altre persone che potrebbero provocare, anche involontariamente, forme di intimidazione o comunque di sofferenza”.

Il Tribunale di Milano, chiarisce la nota pubblicata sul sito internet, “presente al Tavolo permanente in materia di contrasto alla violenza contro le donne istituito presso la Regione Lombardia, aveva assunto l’impegno di individuare uno spazio, adeguatamente protetto rispetto alle aree del Palazzo di Giustizia normalmente occupate dall’utenza, da dedicare alle parti lese di gravi reati in materia di violenza di genere”, ossia maltrattamenti, violenza sessuale e stalking, “chiamate a rendere testimonianza”. E “tale impegno ha trovato attuazione”.

Con l’allestimento della sala, spiega il Tribunale, le donne vittime e testimoni non rischieranno di entrare in contatto con gli imputati. Contatti “che potrebbero provocare, anche involontariamente, forme di intimidazione o comunque di sofferenza in soggetti per i quali dovere ricordare o raccontare fatti particolarmente dolorosi costituisce già una possibile forma di trauma”. Il collegamento fra “stanza di attesa e luogo di celebrazione dell’udienza è realizzato con protocolli interni che prevedono informazioni guidate e, se necessario, accompagnamento del testimone”.  In futuro, viene chiarito, verrà avviato “un più ampio progetto, d’intesa con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano nel contesto dei lavori del tavolo permanente istituito presso la Regione Lombardia, per la realizzazione di un vero e proprio sportello dell’accoglienza informativa che verrà realizzato probabilmente nel prossimo anno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.