EDGAR MORIN – racconta se stesso e il nostro tempo

Cultura e spettacolo

Milano 4 Novembre – Un dialogo con Mauro Ceruti – Piccolo Teatro Grassi 7 novembre alle 19,30

Edgar Morin, figura prestigiosa della cultura contemporanea e filosofo della complessità, torna al Piccolo Teatro in occasione dell’uscita in Italia del suo nuovo libro 7 lezioni sul pensiero globale (Raffaello Cortina Editore). ). A dialogare con lui, Mauro Ceruti, l’allievo che ha condiviso la creazione di una filosofia della complessità

L’incontro pubblico si terrà lunedì 7 novembre alle 19,30 al Teatro Grassi, via Rovello 2, (fermata M1 Cairoli – Cordusio.

Morin è di casa al Piccolo Teatro; fu lui nel 2004 a dare il senso profondo e profetico all’apertura dell’attività del Piccolo nel Sud del Mediterraneo, partecipando, sempre con Ceruti, alla serata inaugurale del ciclo “Notti mediterranee” coordinato da Giulio Giorello.

Nel 2012, ancora con Ceruti, prendeva spunto dalle pagine di La via. Per l’avvenire dell’umanità, per affrontare in modo nuovo il tema della mondializzazione e lanciare la sfida di una “via” di salvezza grazie all’intreccio di vie riformatrici: riforma del pensiero, dell’educazione, della famiglia, del lavoro, dell’alimentazione, del modo di consumare.

Grande è l’attesa per l’appuntamento del 7 novembre, una riflessione su come affrontare problemi complessi e vitali, su come legare le conoscenze sull’umano, sulla vita, sull’universo, in piena espansione ma anche separate e disperse. La risposta di Morin è luminosa di intelligenza e accessibile a tutti. L’autore invita a “pensare globale”, cioè a considerare l’umanità nella sua natura “trinitaria”, poiché ciascuno è nello stesso tempo un individuo, un essere sociale e una parte della specie umana. Nella corsa sfrenata della mondializzazione Morin propone di scrutare il futuro senza cedere alla facilità dei luoghi comuni né alle ingiunzioni dell’attualità.

Ingresso gratuito con prenotazione a comunicazione@piccoloteatromilano.it

Edgar Morin è pensatore transdisciplinare e indisciplinato, universalmente conosciuto per avere concepito il “pensiero complesso” nella sua opera principale, Il Metodo. I suoi testi sono tradotti in almeno 28 lingue in 42 paesi. Ha pubblicato anche Terra-Patria (1994), La testa ben fatta (2000), I sette saperi necessari all’educazione del futuro (2001), Il Metodo (6 voll. 2001-2008), La via (2012), Insegnare a vivere (2015).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.