I furbetti dell’autovelox bancomat

Fabrizio c'è Milano

Milano 24 Luglio – Attenzione nuovi autovelox in vista. Mancano soldi in Cassa e la Rozza ha avuto una idea geniale.

I famigerati 7 autovelox che per un paio di anni hanno aiutato a fare cassa al Comune, portando 80 milioni cash alle casse di Pisapia, sono oramai noti ai milanesi. Gli apparecchi collocati sul Ghisallo, su via dei Missaglia, Via Parri e i  Viali Zara, Fermi, Palmanova e Famagosta oramai si limitano a colpire qualche turista ignaro e i soliti personaggi evasori seriali di multe perché con auto intestate a prestanome o appartenenti a paesi stranieri. Però gli autovelox rappresentano quasi la metà di tutte multe elevate dai vigili. Un sistema comodo comodo, che copre il vero colpevole di tanti incidenti e comportamenti illeciti: la scarsa presenza dei Vigili sul territorio, agli incroci, l’assenza di controlli su automobilisti in stato di ebrezza o senza assicurazione.

L’Assessore al Bilancio, Tasca,  ha già detto che al tagliando di luglio, i cosiddetti “equilibri di bilancio”, mancano 15 milioni di incassi previsti da sanzioni del codice della strada. A fine anno potrebbero essere 30. Mancano soldi, le tasse sono tutte già al massimo delle aliquote consentite, bisogna inventarsi qualcosa!

E allora è cominciata una campagna martellante su quanto bene hanno fatto gli autovelox alla sicurezza stradale. Carmela Rozza e Marco Granelli spiegano che gli incidenti stanno diminuendo dell’8 % grazie alle 7 telecamere.  Naturalmente ciò è falso. Il calo degli incidenti è dovuto invece al calo del traffico di auto private  fortemente diminuito come testimoniato da numeri infallibili: gli incassi autostradali e il consumo di carburante. Ne sarebbe logico pensare che gli autovelox messi su 7 vie possano incidere su una rete complessiva di 4000 km.

A ulteriore prova gli incidenti mortali invece aumentano perche coinvolgono molti ciclisti e motociclisti, due modalità di trasporto che invece stanno crescendo in città.

Proprio stamattina Carmela Rozza dice al Corriere che bisognerà mettere altri autovelox. Primi possibili obiettivi Viale Forlanini e Via Novara.

Se vi interessa la sicurezza mettete i vigili in strada. Se vi interessa mettere le mani nelle tasche dei milanesi ditelo senza ipocrisia.

Fabrizio De Pasquale, Consigliere Comunale di Forza Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.