Le organizzazioni sindacali revocano lo sciopero dei taxi in programma per oggi

Cronaca

Milano 18 Marzo – Revocato lo sciopero dei taxi previsto per la giornata odierna per protesta contro Uber
La giornata sarà comunque una giornata nera per i trasporti a livello nazionale e ovviamente anche a Milano:

Milano, gli orari  – A Milano l’agitazione della Cub riguarderà le linee di superficie dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine corse. Il metrò rischia disagi dalle 18 al termine del servizio. Per quanto riguarda i treni regionali e suburbani Trenord, ritardi o cancellazioni possibili dalle 21 di giovedì alle 21 di venerdì. Non subiranno disagi i treni con partenza dalle 6 e arrivo entro le 9 di venerdì. Coinvolto anche il Malpensa Express (previsti bus sostitutivi).

Taxi – “Le organizzazioni sindacali, ancora una volta, considerano la sospensione del fermo del servizio l’ennesimo atto di responsabilita’ degli operatori, pur di fronte a continui attacchi, che subiscono sul piano mediatico, politico ed economico”. Cosi’ le rappresentanze sindacali dei tassisti, dopo il confronto di mercoledì sera con il governo, riguardo alla revoca dello sciopero delle auto bianche di oggi. “Le organizzazioni sindacali di categoria del settore taxi – spiegano in una nota – al termine del confronto con i rappresentanti del Ministero dei Trasporti e del Ministero dello Sviluppo economico, hanno giudicato positivamente l’impegno del governo a ritirare gli emendamenti, presentati al Senato nel corso del dibattito del Disegno di Legge sulla concorrenza, e rappresentando la volonta’ di disciplinare il settore del trasporto pubblico non di linea mediante lo strumento di legge delega. Contestuale e’ l’impegno del governo con l’istituendo tavolo permanente presso il Ministero dei Trasporti e infrastrutture, insieme ai rappresentanti del Ministero dello sviluppo economico, per affrontare con le Organizzazioni sindacali di categoria la problematiche alla base della protesta, tenuto conto della comune volonta’ di salvaguardare le specificita’ del servizio pubblico, mantenere il servizio del trasporto persone non in linea in un sistema regolato, la necessita’ di migliorare i servizi ai cittadini e sviluppare un forte impegno per contrastare l’abusivismo nel settore”. Per il presidente del Satam Raffaele Grassi “e’ necessario che si presti ascolto alla categoria. Auspichiamo che questa volta il confronto sul tavolo permanente porti a delle soluzioni che attendiamo da anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.