Per i cantieri M4 meglio sconti fiscali a Giugno che rimborsi chissa quando

Fabrizio c'è Milano
Milano 1 Marzo – Per la sinistra commercianti e contribuenti sono sempre sudditi.  Pur sapendo da 4 anni che gli esercizi commerciali lungo i cantieri di M4 subiranno gravissimi disagi, la Giunta ha cominciato a ragionare ora su possibili bandi per erogare fondi e rimborsi. Ma perché il loro cervello burocratico e statalista non riesce a pensare soluzioni più semplici, quali ad esempio le esenzioni o gli sconti fiscali? Perché obbligare i commercianti a compilare moduli, produrre certificazioni, doversi far aiutare da qualche professionista, quando basterebbe che il Comune stabilisse un elenco di vie e numeri civici e le tipologie di contribuenti cui applicare gli sconti?

Tra l’altro in questi giorni le commissioni stanno discutendo le delibere Tasi, IMU e Tari per il 2016.

Forza Italia chiede di predisporre fin da quest’anno le esenzioni totali per i negozi costretti alla inattività e le riduzioni fiscali per quegli esercizi commerciali che dovranno subire gravi disagi per la presenza di cantieri M4.

Come promesso nelle scorse settimane a comitati e residenti,  chiediamo che sia fissato subito un provvedimento di sconti fiscali sulla Tari, sulla Tasi e sulla IMU oltreché Tosap e Tassa pubblicità per gli esercizi commerciali che dovranno convivere fino a 7 anni con cesate di cantiere, traffico deviato e visibilità ridotta.

In questo modo si farà qualcosa di concreto da subito, visto che la prima rata delle tasse si paga a fine giugno. Altrimenti con i bandi proposti da Balzani e D’Alfonso il rischio calende greche c’è.  Il Comune deve prima approvare il bilancio (fine aprile), poi pubblicare i bandi, poi attendere 60 giorni per ricevere la documentazione, poi valutare le domande e infine effettuare in 90 giorni i mandati di pagamento, il tutto salvo ricorsi. Con questo sistema, il Comune riuscirà a rimborsare qualcosa fra un anno, quando magari i negozi avranno dovuto chiudere o svendere.

Abbiamo inoltre chiesto subito una Commissione Consiliare per avere il quadro delle somme che il Comune dovrà aggiungere al preventivo del progetto M4, considerando le varianti, i fondi per i rimborsi e le misure per diminuire l’impatto ambientale

Fabrizio De Pasquale, Consigliere Comunale di Forza Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.