De Corato: a 3 mesi dalla fine di Expo basta sedi e sigla ostaggio di Sala e del PD

Milano

Milano 19 Gennaio  – Riccardo De Corato, ex vicesindaco di Milano e capogruppo di Fratelli d’Italia–Alleanza Nazionale in Regione è furente: “Interrogazione urgente sia in Comune che in Regione: quanto successo nella sede di Expo, usata da Giuseppe Sala per la sua compagna elettorale, è gravissimo. Sedi e sigla di Expo sono ostaggio di Sala, che non solo ha dato numeri parziali e incompleti sui biglietti e sui conti economici dell’Esposizione, ma che anche usa gli spazi di Expo per i suoi personali incontri politici. Stiamo assistendo a un conflitto d’interesse palese, che i milanesi non meritano. Basta con questa continua speculazione sull’evento. E il centrosinistra sta muto, in ginocchio davanti a Sala. Non una parola sulla carenza di trasparenza sui dati Expo a tre mesi dalla chiusura, non una parola sull’utilizzo personale di risorse pubbliche. Presente all’incontro anche Ruggero Gabbai, presidente della commissione Expo a Palazzo Marino e quindi persona che dovrebbe chiedere il resoconto definitivo dell’andamento di Expo. Regione e Comune intervengano: chiederò conto di tutto questo con due interrogazioni urgenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.