Bel tempo per Natale, ma per l’Epifania prevista neve da Milano a Roma

Cronaca

Milano 17 Dicembre – Natale a ‘maniche corte’. Gli ultimi aggiornamenti per la settimana natalizia vedono infatti come assodato il continuo dominio dell’anticiclone Millennium, il quale sembra essere quasi inattaccabile, con i fronti perturbati atlantici che viaggiano a latitudini molto settentrionali rispetto alla nostra penisola. Niente Natale con la neve dunque? Diciamo che per gli esperti del sito ilmeteo.it, questo è “praticamente certo”. Anzi, il clima potrebbe essere molto mite sui monti e al Meridione, mentre permarrà il rischio di foschie o nebbie sulle principali pianure e sulle valli del Centro-Nord, aree dove, attenzione, farà anche più freddo della scorsa stagione.

Tutta l’attenzione degli esperti a medio/lungo termine si sta adesso spostando verso gli ultimissimi giorni di questo 2015 e inoltre verso Capodanno e la Befana. Una svolta potrebbe infatti avvenire proprio tra San Silvestro e la prima settimana di Gennaio. L’alta pressione potrebbe venire scacciata verso latitudini settentrionali, lasciando spazio all’ingresso di venti gelidi artici o addirittura del temibile Burian (vento delle steppe siberiane).

Gli esperti prevedono che dai primi giorni di gennaio, il tempo cambi decisamente per l’arrivo di un treno siberiano carico di gelo e neve con fermata obbligatoria: Italia. Si potrebbe addirittura verificare un evento simile al gennaio 1985 quando Firenze toccò i -23°, quasi i -40° sulle Alpi, tra i -10 e i -18° su tutta la Pianura Padana che si coprì sotto un manto di neve dai 30 ai 60 cm.

L’EPIFANIA – Ultimamente il 6 Gennaio risulta, almeno statisticamente, uno dei giorni più freddi dell’inverno, lo era anche nel 1985 quando avvenne la grande nevicata a Roma e su gran parte dell’Italia. Lo sarà anche nel 2016? I presupposti ci sono tutti, non ci resta che aspettare. (Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.