La tua voce – Io ho un sogno: la cultura, la musica in periferia

Approfondimenti La voce dei lettori

Milano 30 Settembre –    Gentile Direttore,

abito a Milano da 50 anni e amo questa città che ha accompagnato la mia formazione, le mie esperienze lavorative : la mia vita, insomma. E le sono grata per le tante opportunità di crescita culturale che mi ha offerto, per la vicinanza e la solidarietà di tanti milanesi, nei momenti difficili e bui. Ora sono una pensionata un po’ maldestra e incerta per quelle malattie che l’età mi ha regalato e che non mi permettono di muovermi agevolmente tra bus e metropolitane.

Ma io avrei un sogno. Un sogno minimo, forse e non certo paragonabile al grande sogno di Martin Luther King, ma qualcosa che attiene ad un diritto sempre dimenticato, sempre sottaciuto: il diritto alla Bellezza. Perché qui in periferia la bruttezza è di casa e anche il disordine, quasi che la povertà non meriti niente, quasi che gli abitanti in periferia siano cittadini di serie B. E allora ricordo la mia terra d’origine,  Busseto, quando le opere liriche venivano rappresentate nelle piazze ed era una festa di tutti. Verdi si cantava nei campi, alla sera nell’aia davanti alla casa e i pittori dipingevano il grano e i girasoli all’aria aperta, nei giorni d’estate. Era cultura e condivisione emotiva e c’era quel piacere di stare insieme che procurava gioia.

Perché a Milano non si può fare? Perché non si può  brindare con la Bohème nelle piazze grigie e dimenticate delle periferie? Basterebbe utilizzare i giovani, basterebbe avere la volontà di sperimentare. Ma capisco che con le strade e le piazze dissestate, piene di buche e l’illuminazione scarsa sia difficile….anzi praticamente impossibile. E perché non allestire mostre collettive di pittori emergenti, ritrattisti, paesaggisti? In periferia c’è fame anche di Musica e di Cultura, mi creda, Direttore

Cordialmente

Filomena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.