La luce e il cielo della Vecchia Milano nelle opere di Arturo Ferrari

Cultura e spettacolo Vecchia Milano

Milano 14 Agosto – Il cielo “così bello, quand’ è bello, così splendido, così in pace”, a Milano. Con la luce che filtra sentimento, emozione, nostalgia. E’ il cielo  di Arturo Ferrari (1861 – 1932), pittore milanese, che ha saputo raccontare nelle sue opere le trasformazioni urbanistiche e culturali, dall’ottocento al novecento, di una Milano rappresentativa di un mondo in dissolvenza, in continua evoluzione. E il suo sguardo ha la tenerezza dell’evocazione poetica, il realismo dell’attenzione, la sensibilità per il quotidiano. E i colori stemperati, morbidi, restituiscono un’atmosfera trasfigurata dall’emozione, dalla nostalgia.Ferrari_Arturo_Nella_vecchia_via_o_Via_San_Bernardino_in_Milano E la cura dei particolari impreziosisce i dettagli, rende vivo l’insieme, caratterizza il tempo di un quotidiano che non c’è più. E traspare l’ amore per una Milano lirica, quasi sospesa, costruita a misura d’uomo, pur nell’imponenza dei suoi monumenti e delle sue Chiese.

Con quella luce che illumina le cose, gli interni, le strade, attenta a non essere invadente, attenta a carpire la solitudine, la malinconia.

E l’acqua dei Navigli rispecchia il cielo in un gioco di trasparenze che è vita. Le colonne di San Lorenzo in arturo-ferrari-naviglio-300x181-300x181dissolvenza, quasi si smaterializzano per essere sogno. L’interno del Duomo accoglie la luce dalle navate, con una campitura verticale dell’opera che rende gli altri elementi secondari, perché è la luce riflessa la vera protagonista. La via San Bernardino ritaglia un momento di vita quotidiana, con le botteghe artigiane, i muri sbrecciati, i particolari minuziosamente descritti, una donna frettolosa in primo piano, la strada illuminata da un sole nascosto in un cielo color ocra. Eppure una solitudine sospesa, una tenera nostalgia sono l’emozione di chi guarda.

Le opere di Arturo Ferrari vivono al Museo di Milano, alla Galleria d’Arte Moderna e presso numerosi collezionisti privati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.