Vecchia Milano: il bar Magenta crocevia di tanti sogni impossibili

Profumava di sogni il bar Magenta negli anni 60 e di scommesse con la vita e di “rivoluzione”. Avevamo tutti in valigia buone letture, aspettative impossibili, pochissimi soldi in tasca, ma bere un caffè era un appuntamento irrinunciabile per raccontarsi e raccontare io farò..io sarò..in una città tutta da vedere, tutta da scoprire con l’ingenuità […]

Leggi tutto

Un viaggio nella vecchia Milano con l’interprete di canzoni milanesi Teresa de la Martesana

Sòtta brascett per la veggia Milan, in doe tutt’i casètt g’hann al massim trii pian, piccol finester coi bej vas de fior, ornaa de tendinn coi disegn a color. Vecc costruzion senza celebritaa che senten de nott el navili parlà, ai milanes el ghe manda on appell, “Fee no sparì ‘sto canton inscì belI“,  canta […]

Leggi tutto

La luce e il cielo della Vecchia Milano nelle opere di Arturo Ferrari

Il cielo “così bello, quand’ è bello, così splendido, così in pace”, a Milano. Con la luce che filtra sentimento, emozione, nostalgia. E’ il cielo  di Arturo Ferrari (1861 – 1932), pittore milanese, che ha saputo raccontare nelle sue opere le trasformazioni urbanistiche e culturali, dall’ottocento al novecento, di una Milano rappresentativa di un mondo […]

Leggi tutto

Un mondo di nomi e soprannomi, allora. Io ero “El scartusin de bagul”

Luciana racconta: “Ci si chiamava per nome, spesso con un soprannome venuto da lontano, senza un perché, a ricordare una parentela, oppure il carattere, o l’aspetto fisico, la professione. Era un mondo a misura d’uomo, quando i rapporti esprimevano simpatia, vicinanza, condivisione. E chiamarsi per nome era già affetto, confidenza,amicizia. Si andava a far la […]

Leggi tutto

C’’era una volta la fierezza della vecchia Milano…(video)

C’era una volta Milano, con la sua frizzante bellezza, la fierezza di un impegno costante, la musica della sua operosità. C’era una volta la Storia di una città che non si è mai arresa, che ha braccia e creatività infinite, che non conosce il vittimismo. Sfogliare la vita di Milano, ricordare con riconoscenza è “bello” […]

Leggi tutto

Come eravamo “La Grande Milano nelle rughe delle mani stanche di Lorena”

La fatica del vivere nelle rughe delle mani stanche di Lorena. Rughe che si rincorrono senza allegria, rughe che raccontano fame e dolori, rughe che hanno scandito il tempo. Infinite rughe, ragnatele incise di memorie, di rinunce, di sacrificio. Lorena gesticola offrendo la sua vita, disegnando nell’aria un passato di donna del sud, il viso […]

Leggi tutto

Malinconia “….in di mè penser el me lassa el coeur pien de malinconia”

Assaporavo quella malinconia avvolgente e calda che si sfoglia con la lentezza di una memoria dolce e tenera da ricordare. Qualcuno, un anziano chitarrista squattrinato, ricco di musica e di sogni, anni fa, mi aveva spedito un’emozione, ma non so dire il perché. Il caso, oggi, mi ha fatto incontrare la sua anima che non […]

Leggi tutto

Milano i mestieri spariti: ‘El barchiroeu’ (Ma anca i Navili a hinn spariì)

Metà 1910 circa – Al temp di Navili in tè la Cerchia interna de Milan, i mercànt faseven viagiaà i material de Fabricà cunt i barcòn che andaven sù e giò dai Navili, scaregaven anche in di scioster (magazzini di materiale vari per l’edilizia, legname e chi pusè gh’è nà, né mèta) sul percoors. Vuna […]

Leggi tutto

MESTIERI SPARITI (quand a gh’era el Biglietari tucc pagaven el so bigliett…)

Milano, prima metà degli anni 40. A hinn moment dificil, per chì a l’è al front lontàn de cà soa a combatt e per chì l’è restaà a cà a cercà de tirà avanti tra vuna dificoltà e l’altra. I trasporti Milanes  semper primm in tucc, pruvaà dai bombardament e dala mancansa del Personal inisian […]

Leggi tutto