Sondaggi farlocchi per coprire gli errori di Pisapia e Maran

Fabrizio c'è Milano

Milano 7 Agosto – Prosegue il tentativo di Pisapia di occultare gli errori compiuti sul progetto M4. Anche ieri decine di alberi secolari sono stati abbattuti in Corso Concordia. La decapitazione delle piante alte più di 20 metri è avvenuta in una Milano d’agosto, con pochi residenti e le istituzioni chiuse.

Nel frattempo il Comune ha diffuso un sondaggio commissionato a SWG ( società storicamente vicina alla sinistra) su i cittadini e la M4. Il sondaggio svolto tra 1350 intervistati conferma che l’84 % dei cittadini sono genericamente 20150806_115621favorevoli alla nuova linea M4. Si tratta della scoperta dell’acqua calda, pagata a spese del contribuente e utilizzata per difendere mediaticamente la Giunta.

La domanda posta infatti prevedeva 2 alternative : siete favorevoli alla M4 anche se crea qualche disagio oppure siete contrari perche crea più disagi che benefici? Di fronte a queste domande capziose quasi tutti i cittadini, salvo i nemici per partito preso delle grandi opere, si sono detti favorevoli alla costruzione di una metropolitana che collegherà Linate a San Cristoforo, est e ovest di Milano. Fare sondaggi del genere dopo che le decisioni sono già state prese non ha alcun senso se non quello di dare un aiutino sui giornali alla traballante popolarità di Pisapia. Naturalmente il conto del “plebiscito ” a Pisapia lo paghiamo noi.

Una amministrazione seria piuttosto che queste furbate avrebbe prima dovuto leggersi bene il progetto M4 presentato da Impregilo. Invece Pisapia e Maran lo hanno approvato a scatola chiusa nel luglio 2011 e, dopo aver perso tempo utile, ora non hanno nemmeno saputo pretendere le modifiche progettuali necessarie a evitare errori marchiani e 700 alberi da abbattere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.