Cade sbattendo la nuca, tragica fine di un escursionista sulle montagne lecchesi

Lombardia

Milano 6 Luglio – Un escursionista di 48 anni della provincia di Milano è morto dopo una brutta caduta in Grignetta, la vetta simbolo delle montagne lecchesi. L’uomo stava raggiungendo il rifugio Rosalba, a 1.730 metri di altitudine, dopo aver percorso il sentiero numero 9 delle Foppe. Accanto a lui camminava la sua compagna con cui avrebbe dovuto trascorrere la notte in quota.

Quando ormai erano giunti praticamente a destinazione lui è scivolato all’indietro e ha picchiato malamente la nuca contro una roccia. Il colpo è risultato fatale, è deceduto praticamente all’istante. Sono stati subito mobilitati i soccorsi con gli operatori del Soccorso alpino della XIX delegazione lariana e i sanitari dell’eliambulanza di Como. Per il 48enne non c’è stato nulla da fare, se non recuperarne il corpo privo di vita e trasferire il feretro nella camera ardente dell’ospedale Alessandro Manzoni di Lecco. La donna invece è stata ricoverata perché traumatizzata e sotto shock per aver visto il fidanzato morire sotto i suoi occhi. (Il Giorno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.