L’autunno e Milano hanno le loro leggi, ma non c’è rispetto senza amore.

Aspetto il vento, presagio di un cambiamento. E le foglie imbronciate giocano senza vergogna. Aspettano la brezza per dondolarsi, restie a staccarsi, poi si abbandonano per cadere con tenerezza. Un’era è finita. Il camaleontico verde è giallo, rosso, marrone, lo specchio di un arcobaleno autunnale, ammesso che ci sia. Il mondo cambia colore e musica. […]

Leggi tutto