Museo Scienza, 400mila visitatori in un anno: nel 2023 celebrazioni 70 anni

Milano

Il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano si prepara a entrare nell’anno delle celebrazioni per il suo 70esimo anniversario, chiudendo il 2022 con un attivo di 316 giorni di apertura e oltre 400mila persone, di cui 70mila ospiti di eventi; sono stati più di 22mila coloro che hanno partecipato alle attività nei laboratori interattivi e alle visite guidate. Numeroso il pubblico straniero he ha rappresentato il 55% del totale, invertendo il trend degli ultimi anni che vedeva una prevalenza di italiani. “Il 2022 – commenta Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo – è stato un importante anno di transizione fra le difficoltà degli anni più gravi della pandemia e il ritorno, pur con le note complessità economico-sociali, a un’auspicata normalità. In particolare, gli ultimi 4 mesi dell’anno hanno visto numeri di visitatori, eventi, attività e raccolta fondi, superiori a quelli del 2019. Non posso che essere soddisfatto dei risultati conseguiti, per i quali ringrazio particolarmente sia lo staff per il notevole impegno che i nostri partner e sostenitori. Sono naturalmente orgoglioso che il Museo partecipi al valore di traino che la città di Milano e il nostro territorio, esercitano sullo sforzo nazionale di ripresa e sviluppo. Inoltre, nel 2023 il Museo compirà 70 anni. Li celebreremo non solo con il compleanno del 15 febbraio ma lungo tutto l’anno, con una serie di iniziative connesse alla poliedrica attività della nostra Istituzione. Inizieremo il 20 gennaio con la presentazione del nuovo progetto Fatti per Capire, curato da Barbara Gallavotti e realizzato dal Museo, destinato a dare un importante impulso alla nostra missione per lo sviluppo della cittadinanza scientifica”. Il 2022 è stato un anno importante anche dal punto di vista scolastico e, nonostante nei primi 4 mesi dell’anno non sia stato possibile accogliere a pieno regime classi e insegnanti come nel 2019, i gruppi scolastici che hanno visitato il Museo e sperimentato i 165 percorsi educativi proposti, sono stati oltre 2.218. Inoltre, sono stati coinvolti 421 docenti a cui sono state erogate 143 ore di formazione nel corso di 40 incontri di sviluppo professionale. Il patrimonio del Museo comprende 21.300 beni di cui oltre 1.800 acquisiti nel 2022, 36 esposizioni permanenti tematiche, 14 laboratori e 8 opere d’arte digitale interattiva. L’anno appena concluso ha visto ampliarsi l’offerta culturale-educativa del Museo con la presentazione di Mosaico Tecnologico, la nuova esposizione dedicata alla modernizzazione del Paese nel secondo Novecento; l’implementazione della sezione Trasporti nel padiglione Ferroviario con Oltrepassare, un racconto permanente dedicato ai valichi e ai tunnel ferroviari; l’apertura al pubblico di STEM*Lab Base Marte, il laboratorio che ricrea una base marziana; due nuove installazioni di arte digitale interattiva, La Gabbia del collettivo auroraMeccanica e Cave of Sounds Tim Murray-Browne & Music Hackspace Ensemble; la nascita di VR CINEMA , una VR zone permanente in cui assistere a proiezioni in realtà virtuale aumentata; tra le innovazioni digitali del 2022, anche il lancio di M4ART3!, la prima escape room digitale che, in linea con la visione del Museo, fa leva sul mondo del videogame come strumento per affrontare temi complessi, rendendoli accessibili. Con i suoi 50.000 mq, il Museo, è stato uno dei luoghi più prestigiosi di Milano dove organizzare conferenze, congressi, eventi, presentazioni e momenti conviviali: nel 2022 sono stati oltre 200 quelli che si sono svolti nei suoi spazi. Tra questi il collegamento in diretta dalla Stazione Spaziale Internazionale con l’astronauta Samantha Cristoforetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.