La regione italiana con più patrimoni dell’UNESCO: al primo posto proprio la Lombardia

Lombardia

Recentemente il Comitato dell’Unesco ha annunciato l’iscrizione di trentatré nuovi siti nella lista dei Patrimoni dell’Umanità. Il totale aggiornato dei siti iscritti nella lista dei Patrimoni dell’Umanità sono pari a mille 153.

Per il Belpaese c’è stato l’inserimenti degli affreschi trecenteschi di Montecatini Terme e di Padova e i portici di Bologna. L’area del patrimonio Mondiale del capoluogo toscano ha subito un allargamento che oltre al centro storico comprende anche la Chiesa di San Salvatore al Monte, l’Abbazia di San Miniato, il Piazzale di Michelangelo, il Giardino dell’Iris e delle Rose.

L’Italia detiene il primato mondiale con 58 beni, seguita dalla Cina con cinquantasei beni e la Germania con 50 beni. In Italia c’è una regione del Nord Italia con più patrimoni dell’Unesco: ecco di quale regione si tratta. Nessuno si sarebbe aspettato del primato detenuto da questa regione.

Tra i siti UNESCO nominati Patrimoni dell’Umanità merita menzione Roma, la capitale italiana che è un museo a cielo aperto, tutto da scoprire e da visitare. Anche il capoluogo toscano fiorentino vanta un patrimonio artistico ed architettonico di straordinaria eccellenza.

Piazza dei Miracoli a Pisa è di una bellezza indescrivibile con la sua Torre pendente. Venezia è la città veneta e più romantica di sempre che attrae da sempre milioni e milioni di turisti italiani e stranieri che provengono da ogni parte del mondo per visitarla. All’alba, al tramonto ed alla sera, Matera è la città dei sassi che da sempre affascina i turisti.

Anche il centro storico della città partenopea è uno dei siti dell’Unesco che merita menzione: Napoli rimane una delle città più belle e più suggestive grazie alla presenza del suo imponente Vesuvio.

unesco
patrimoni UNESCO – viaggi.nanopress.it

Un posto speciale da visitare è la città emiliana di Ferrara con le sue bellezze rinascimentali che da sempre affascinano i visitatori. Per chi ama il mare merita menzione Portovenere e le Cinque Terre ubicate in Liguria.

Patrimonio dell’Unesco: ecco la prima regione italiana con più patrimoni

Parco nazionale delle incisioni rupestri in Val Camonica,

C’è una regione dell’Italia Settentrionale che vanta ben undici siti su 53 a livello nazionale. Di quale regione stiamo parlando? Non puoi credere alle tue orecchie. Si tratta della Lombardia.

Meritano menzione i siti palafitticoli preistorici dell’Arco Alpino, che sono iscritti nel Patrimonio Unesco nel 2011. Si tratta di villaggi palafitticoli che sono stati costruiti in zone umide e inglobate dalle torbiere.

Altro sito lombardo che merita menzione è il parco nazionale delle incisioni rupestri in Val Camonica, che costituiscono una testimonianza delle credenze religiose degli antichi abitanti. Custodita nella basilica di Santa Maria delle Grazie è L’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci.

Mura Venete della Bergamo Alta

Altro sito dell’UNESCO sono le mura della Bergamo Alta, che appartenevano ad un sistema di fortificazioni difensive volute dalla Serenissima. Il monastero di Santa Giulia a Brescia è un famoso sito dell’Unesco che è testimonianza dell’antico potere dei Longobardi in Italia.

Situato tra il Varesotto ed il Canton elvetico del Ticino, meria menzione il Monte San Giorgio è il sito dell’Unesco dove sono stati ritrovati migliaia di fossili ed organismi marini.

nanopres viaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.