Raccontare da testimone l’incendio in zona Rubattino e porsi delle domande

Milano

Il fuoco si alza impetuoso dentro al reticolato (divelto da tempo), che separa l’area della centrale termica col parcheggio Bracco in via Caduti di Marcinelle.

A due metri di distanza dall’edificio, che produce e distribuisce l’energia termica a tutto il quartiere Rubattino, inspiegabilmente brucia una roulotte che è stata introdotta abusivamente nell’area A2A, da esperti manovratori.

Allertati i Vigili del Fuoco, intorno alle 20:30 del 31 agosto 2022 sono intervenuti a domare le fiamme.

A distanza di 2 gg in loco, si possono ancora respirare i fumi tossici sprigionati sia dal terreno incenerito che dai resti della casa mobile.

Ci domandiamo come mai l’A2A non abbia mai provveduto a proteggere l’area con una recinzione anti intrusione, visto che già in passato, un gruppo di rom aveva edificato un proprio campo sul quel terreno.

Ci domandiamo se sia stata sporta denuncia di questo crimine (o se rimarrà fuori dai numeri della Prefettura) e se le Forze dell’Ordine riusciranno mai ad identificarne i responsabili.

Ci domandiamo inoltre, per quanto tempo ancora il Comune di Milano lascerà alla carovana dei sinti, l’usufrutto del parcheggio che si affianca al Parco dell’Acqua.

Lambrate Informata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.