Botta e risposta Pd Forza Italia De Chirico (FI): sanità territoriale, Roggiani mistifica realtà

Milano

 “Sono sbalordito nel leggere certe dichiarazioni della segretaria metropolitana del PD, Silvia Roggiani, candidata alla Camera, che sul consultorio di via Monreale non perde occasione per raccontare una favoletta smentita nei fatti, riscontrabile in presa diretta uscendo dal circolo Pio La Torre. La struttura è in ristrutturazione e il cantiere è perfettamente operativo. Anche oggi. Nessuno ha intenzione di chiudere il presidio territoriale, ma anzi di potenziarlo e per questo la Regione ha investito. Uno dei punti del programma elettorale del centrodestra è proprio il rafforzamento della medicina territoriale”. Lo afferma Alessandro De Chirico, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale. “Sull’abbandono dei quartieri periferici la segretaria del partito di maggioranza relativa che amministra la città mente sapendo di mentire – prosegue De Chirico -. Dovrebbe cospargersi il capo di ceneri visto che nella gestione decennale della città il centrosinistra ha di fatto creato disparità tra i milanesi. La campagna elettorale che vuole portare avanti la Roggiani è fatta di menzogne e falsità? Smantellerremo punto su punto, colpo su colpo, tutte le bugie della sinistra”. 

 “La destra in Lombardia, ma anche a livello nazionale, da sempre vuole sacrificare la sanità territoriale. È grazie al PD se oggi con i fondi del Pnrr e con le scelte del Ministro della Salute, Roberto Speranza, in tutta Italia ci sarà sempre di più una sanità territoriale, una sanità fatta di diritti, pubblica e accessibile, la stessa sanità che la destra ha voluto sacrificare”. Così Silvia Roggiani, segretaria metropolitana del Partito Democratico Milano e candidata per la Came e in  riferimento nello specifico al consultorio di via Monreale: “La stessa cosa vale in Lombardia, dove avrebbero voluto chiudere questo consultorio che è un presidio di sanità territoriale per le donne. Il Partito Democratico con tutte le istituzioni ha fatto una battaglia e ha ottenuto che questo presidio di sanità territoriale ci fosse”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.