Canoa, nazionale ucraina all’Idroscalo. L’accoglienza passa anche per lo sport

Sport

L’accoglienza passa anche dallo sport. E così la Città metropolitana di Milano apre le porte dell’Idroscalo ai canoisti ucraini per una sfida a tutta velocità nel bacino del “mare di Milano“, dall’importante risvolto sociale. Per la prima volta dall’inizio del conflitto tra Russia e Ucraina, infatti, i canoisti ucraini torneranno ufficialmente in gara nell‘ICF International Race di canoa velocità, in programma dal 29 aprile al 1° maggio proprio all’Idroscalo milanese. Un’occasione di sport, ma anche di accoglienza in una fase storica e sociale complessa che vede una consistente del popolo ucraino in fuga dalla guerra e un’importante risposta d’accoglienza che vede alla regia le istituzioni (tra cui, appunto, la Città metropolitana di Milano) e in prima linea numerose associazioni e realtà del mondo del volontariato. Fin dai primi giorni dell’invasione da parte della Russia in Ucraina, il presidente della Fick (Federazione Italiana Canoa Kayak), Luciano Buonfiglio si è messo in contatto con il numero uno della Federazione ucraina Igor Slivinskiy, offrendosi di ospitare la Nazionale ucraina in Italia, creando una sorta di ponte solidale all’insegna dello sport e della collaborazione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.