La bandiera NATO al 25 aprile ci sarà: i putinisti italioti si rassegnino

Milano

La Associazione Milano Vapore e la Associazione per l’Iniziativa Radicale “Myriam Cazzavillan” saranno presenti domani al corteo del 25 aprile con la bandiera della NATO, dopo averla esibita alle 9 al cimitero angloamericano in occasione della cerimonia ufficiale per ricordare i soldati del Commonwealth che hanno perso la vita per liberare l’Italia dal nazifascismo. La proposta di portare la bandiera NATO è partita da Davide Riccardo Romano del Museo della Brigata Ebraica ma è stata stoppata da Cenati dell’ANPI. “Da nipote di partigiani mi sembra corretto ricordare che si è vinto con l’esercito angoamericano e che la NATO nasce come l’Unione europea per mantenere la pace un Europa” ha dichiarato il presidente di Milano Vapore Giampaolo Berni Ferretti “Guardando oggi all’Ucraìna e alla Russia sono questi i motivi per cui non possiamo che rabbrividire: “Mai più guerre in Europa”” “Dico a Cenati che è sempre possibile mediare fra i fan del massacratore Putin e dei massacrati: prendano esempio lui e il suo presidente dal coraggio dei tanti ucraini che stanno perdendo la vita anche per difendere noi e sfili con la bandiera della NATO.” Ha dichiarato Gianni Rubagotti, segretario della Associazione per l’Iniziativa Radicale “Myriam Cazzavillan”  “E se qualcuno crede che i partigiani si siano arresi per meglio permettere trattative diplomatiche con Hitler c’è tanto posto per lui alle rievocazioni della Repubblica Sociale dove lo invitiamo a presenziare al posto di venire al corteo. Si troverà benissimo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.