Stazione Centrale, ennesima violenza ma per Sala è solo percezione

Milano

Un 22enne algerino è stato ricoverato in codice rosso all’ospedale Niguarda dopo essere stato aggredito martedì sera attorno alle 23 in via Fabio Filzi, vicino alla stazione Centrale. Secondo la sua testimonianza, sarebbe stato avvicinato da uomo che lo avrebbe minacciato con un coltello. Il rapinatore non avrebbe preso nulla, ma avrebbe ferito il 22enne al fianco ed ad una gamba.  

“L’escalation di violenze nella zona della stazione Centrale non ha fine. Ieri sera l’ennesimo episodio, con un giovane minacciato e accoltellato, ora grave in ospedale. È incredibile come nella nostra città si possa girare armati in mezzo alla strada e il luogo dove si è consumata l’aggressione non è casuale, anzi. L’area dello scalo ferroviario, che dovrebbe rappresentare il biglietto da visita di Milano per turisti e pendolari, nella realtà dei fatti è un campo di battaglia gestito da centinaia di immigrati, perlopiù irregolari. Per il sindaco Beppe Sala è solo una percezione l’insicurezza? Ora è quanto mai urgente un presidio mobile della Polizia Locale a pattugliare la piazza principale e le due limitrofe. Sarebbe un deterrente importante per i troppi delinquenti che le popolano”. Lo dichiara Silvia Sardone, europarlamentare e consigliere comunale della Lega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.