Granelli promette 200 vigili, ma stiamo ancora aspettando i 300 promessi da Sala nel 2016

Milano

I toni trionfalistici che leggo mi destabilizzano e mi confermano che la memoria non aiuta chi scrive. Repubblica annuncia “La promessa elettorale dei 500 vigili in più inizia a prendere forma. Con i primi ghisa che dovrebbero entrare in servizio e scendere in strada, assicura l’assessore alla Sicurezza Marco Granelli, “nel corso dell’anno ” . E se per conoscere nel dettaglio numeri e tempi del piano bisognerà attendere la delibera che la giunta approverà nei prossimi giorni, le stime che girano a Palazzo Marino puntano a garantire entro la fine del 2022 circa 200 agenti in campo.”

Quale promessa elettorale? Naturalmente quella del 2021 perché quella del 2016 fu completamente disattesa con lo sconcerto degli stessi vigili che progressivamente non vedevano la sostituzione di chi andava in pensione.

Granelli si è mosso dopo i fatti gravissimi di Capodanno? Ma, come si suol dire, l’amministrazione Sala aspettava “il morto” per ricominciare con le promesse? Vedremo la delibera. Ci sanno entro il 2022, dice l’assessore alla sicurezza e proviamo a crederci, ma ora avrebbero dovuto operare se le promesse del 2016 fossero state mantenute. Domani i ghisa fanno sciopero, come già scritto e sono molte le motivazioni, ma l’insufficienza numerica è prioritaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.