Riapre l’Ospedale in Fiera: da 14 gennaio attivi 30 posti di terapia intensiva

Milano

Superfluo ricordare tutte le polemiche della sinistra quando l’Ospedale in Fiera fu costruito, con soldi privati e senza aggravi per i cittadini, ma è lecito evidenziare l’opportunità che oggi esista e ritorni a funzionare in questa emergenza. Nella strategia lombarda occorre evidenziare anche la capacità di prevenire, l’utilizzo sapiente del privato e chi ne beneficia è il malato. Che cosa ha da dire ancora Majorino?

Il 14 gennaio saranno riattivati i primi due moduli di terapia intensiva nella struttura temporanea allestita in Fieramilanocity. La struttura, coordinata dal Policlinico di Milano, tornerà quindi ad accogliere pazienti con Covid-19 che hanno bisogno di cure intensive da tutto il territorio lombardo, in stretta collaborazione con la Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia. Lo fa sapere il Policlinico.

Si tratta della terza volta che questa struttura viene attivata per contribuire a far fronte all’emergenza coronavirus: come per le volte precedenti il coordinamento è affidato al Policlinico di Milano, che mette a disposizione il personale tecnico, tecnico sanitario, amministrativo, farmaceutico e di supporto per la sua gestione; il personale sanitario (anestesisti e infermieri di area critica) è messo a disposizione dal Policlinico e dal Grande Ospedale Metropolitano Niguarda oltre che da diverse altre strutture pubbliche e private accreditate, in modo da non pesare su singoli reparti o aziende sanitarie regionali.

I primi due moduli attivati saranno di 15 posti letto ciascuno: il coordinamento dell’attività clinica sarà affidato al personale del Policlinico e del Niguarda, in collaborazione con le altre strutture coinvolte. Qui saranno accolte parte delle nuove richieste di ricovero per i pazienti più gravi con Covid-19, in modo da ‘alleggerire’ le terapie intensive degli ospedali lombardi e per poterle dedicare ai pazienti con altre patologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.