Palazzo Reale. Una Mostra sul realismo magico racconta lo stile italiano tra le due guerre, dal 1920 al 1935

Cultura e spettacolo

“Precisione realistica di contorni, solidità di materia ben poggiata sul suolo; e intorno come un’atmosfera di magia che faccia sentire, traverso un’inquietudine intensa, quasi un’altra dimensione in cui la vita nostra si proietta”. Così, nel 1928, lo scrittore, giornalista e drammaturgo Massimo Bontempelli sintetizza il carattere di una specifica declinazione dell’arte italiana tra le due guerre mondiali, che prese il nome di Realismo Magico. A questa modalità espressiva, che fu fenomeno di portata transnazionale, Palazzo Reale dedica una mostra curata da Gabriella Belli e Valerio Terraroli, che sarà allestita nelle sue sale a cura dello Studio Mario Bellini con Raffaele Cipolletta fino al 27 febbraio 2022. L’esposizione, a trent’anni di distanza dall’ultima mostra milanese sul tema, torna a offrire un’occasione speciale per conoscere o approfondire – grazie a una precisa ricostruzione filologica e storiografica – il fenomeno del Realismo Magico, che riguarda un periodo dell’arte italiana circoscritto, nella fase più creativa e originale, in circa quindici anni, tra il 1920 e il 1935.

Nel percorso, che vede esposti più di ottanta capolavori provenienti da importanti collezioni e da musei, è presentata per la prima volta integralmente la collezione di Emilio Bertonati (1934-1981) gallerista e critico d’arte che, intuendo la portata artistica del movimento, acquistò molte opere dagli artisti che si riconoscevano nella corrente del Realismo Magico. Il percorso cronologico-filologico ruota intorno a capolavori italiani di questo specifico clima artistico e culturale, a loro volta messi in relazione con alcune opere della cosiddetta “Nuova oggettività” tedesca, che per primo Emilio Bertonati promosse e fece conoscere in Italia agli inizi degli anni Sessanta attraverso la Galleria del Levante. I confronti saranno anche con i caratteri del Novecento Italiano di Margherita Sarfatti, dai quali il Realismo Magico si distingue, ma con il quale condivide alcune personalità artistiche come Achille Funi, Mario Sironi, Ubaldo Oppi.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
+39 02 54912 | palazzorealemilano.it | ticket24ore.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.