Con l’obbligo del Green pass le prime dosi di vaccino sono cresciute del 46%

Politica

Con l’obbligo di Green pass le prime dosi di vaccino sono cresciute del 46%, rispetto al trend atteso in assenza di obbligo. La stima si basa sui dati aggiornati (tra il 16 settembre e 13 ottobre) in possesso della struttura commissariale e calcola 559.954 prime dosi in più legate alla certificazione verde. Inoltre, la media dei tamponi giornalieri da quando è stato introdotto l’obbligo è tra i 250mila e i 300mila. Senza l’obbligo di Green pass, secondo quanto risulta all’Ansa, le prime somministrazioni di vaccino nelle quattro settimane prese in esame si sarebbero fermate a 1.208.272, mentre hanno raggiunto quota 1.768.226.  La prima dose all’85% della popolazione – Sono circa 46 milioni, confermano alla struttura commissariale, le persone over 12 che fino ad oggi hanno ricevuto almeno la prima dose, cioè l’85,11% della platea vaccinabile. In ambito europeo, sottolineano, con questi numeri l’Italia si colloca ben al di sopra della media Ue, davanti a Francia e Germania per numero di somministrazioni e di vaccinati in proporzione alla popolazione.  In un giorno scaricati 563mila Green pass – In un solo giorno sono stati emessi 563.186 Green pass, la maggior parte dei quali (369.415) in seguito a un tampone. Il dato, relativo al 13 ottobre, è pubblicato sulla piattaforma del governo da cui è possibile scaricare il pass e da cui emerge che complessivamente sono stati scaricati dagli italiani poco più di 98 milioni di certificati. L’app Io la più utilizzata (871.791 volte), seguita dal sistema Spid e Carta d’identità elettronica (279.735) e dalla tessera sanitaria (276.347).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.