Oggi 11 ottobre sciopero generale : trasporto pubblico e treni, ecco i possibili disagi

Milano

A Milano bus, tram e metro dovrebbero essere garantiti nelle fasce del mattino e del pomeriggio. A Roma corteo in piazza della Repubblica

Dopo la guerriglia di Roma, con l’assalto alla sede della Cgil da parte dei manifestanti no Green pass guidati da volti noti delle frange dell’estrema destra; dopo i disordini di Milano, con gli scontri con la polizia dei 5mila scesi in strada, gli occhi del ministero dell’Interno, delle prefetture, delle forze di polizia sono tutti sulla giornata di oggi.

In programma c’è lo sciopero generale nazionale di 24 ore (dalle 21 di ieri domenica 10 ottobre alle 21 oggi lunedì 11 ottobre) di tutti i settori pubblici e privati proclamato da Cobas, Usb e tutto il sindacalismo di base (Cub, Unicobas, Sgb, Orsa).

In tutte le maggiori città italiane si terranno cortei, sit-in, flashmob. Sono attesi disagi nei trasporti e nelle scuole. A Roma, per esempio, è in programma un corteo che partirà da Piazza della Repubblica. Usb Scuola ha promosso una manifestazione al Ministero dell’Istruzione.

Sciopero, le fasce di garanzia del trasporto locale

A Milano lo sciopero del trasporto pubblico, linee di superficie e metropolitane, sarà dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Dovrebbero essere garantite dunque le fasce del mattino e del pomeriggio. Alle 10 sotto la sede di Assolombarda, via Pantano, partirà un corteo per lo sciopero generale nazionale.

I treni

Per quanto riguarda i treni, circoleranno regolarmente le Frecce e gli Intercity di Trenitalia, che si impegna ad assicurare la quasi totalità dei collegamenti, con possibili leggere modifiche al programma dei treni. Garantiti tutti i convogli elencati nell’apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero.

Gli aerei

Anche per il trasporto aereo, ricorda Enac, ci sono le fasce orarie di tutela, dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 alle 21, nelle quali i voli devono essere comunque effettuati. Inoltre informazioni dettagliate sull’operatività di ogni volo possono essere richieste alla compagnia aerea di riferimento, spiega l’ente, pubblicando l’elenco dei voli garantiti ad oggi.

Le motivazioni dello sciopero

La protesta è rivolta “contro le politiche del governo Draghi e dell’Unione Europea che scaricano la crisi sulle spalle dei lavoratori e delle lavoratrici ad esclusivo vantaggio della classe padronale e del potere finanziario”. Le singole organizzazioni sindacali hanno dettagliato in modo diverso le ragioni dello sciopero. Tra queste: l’opposizione a tutti i licenziamenti, l’introduzione del Green pass, la lotta alle discriminazioni ed alla precarietà e la richiesta di garanzia del reddito e di sicurezza sul lavoro. (Il Giorno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.