Marcel Jaacobs “Lo ius soli? Non mi interessa la politica, non voglio essere usato”

Sport

“Voglio essere giudicato in pista, non seguo la politica. Lo ius soli? Non mi interessa, non sono preparato, non voglio essere usato”. A dirlo è Marcell Jacobs, medaglia d’oro azzurra nei 100 metri piani alle olimpiadi di Tokyo 2020, in un’intervista rilasciata al quotidiano Il Foglio. Questi giochi olimpici hanno acceso i riflettori sul tema dello ius soli sportivo, che anche il presidente del Coni Giovanni Malagò è tornato a chiedere durante la conferenza stampa di bilancio sull’impresa del team olimpionico italiano a Tokyo. Jacobs, nato nel 1994 a El Paso da madre italiana e padre texano, è arrivato in Italia da piccolissimo ed ha doppia cittadinanza: italiana e americana. Interpellato sul tema dello ius soli risponde: “Non mi interessa, non sono preparato. Non voglio essere usato… Sono arrivato lunedì sera. Non ho letto nulla su questo argomento. Direi cose per accontentare o scontentare qualcuno. Faccio l’atleta. Voglio essere un simbolo per quello che faccio in pista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.