Bernardo: Sala campione olimpico di insicurezza, immediatamente 600 vigili

Milano

 “Milano (classifica del Sole 24 Ore, ma tutte le analisi parlano chiaro) è prima in Italia per insicurezza con quasi 220 mila denunce nell’ultimo anno: 600 al giorno. È prima per furti, in generale (121 mila), terza per furti con strappo (1.526), seconda per furti con destrezza (26.730) e nei negozi (8.682). Si può fare meglio nei furti d’auto (decimi a quota 7.855), sintomo della sicurezza-Sala anche il secondo posto alla voce “rapine” (secondi, 3.054), settimo posto per spaccio, ottavo per violenze sessuali (413), solo gli episodi denunciati, ovviamente. Sala, rimanendo in tema di Olimpiadi (Milano-Cortina è merito soprattutto del governatore Attilio Fontana e del collega veneto Luca Zaia), è medaglia d’oro e d’argento in molte specialità, e la differenza con l’ultimo anno di amministrazione di centrodestra (Moratti), è abissale”. Così il candidato sindaco di centrodestra a Milano Luca Bernardo. “Nel nostro programma – afferma – c’è la rapida assunzione di almeno 600 agenti di polizia locale: Sala, dopo 5 anni di tempo, in campagna elettorale ne annuncia 500, lodevole iniziativa, peccato che la città stia ancora aspettando parte di quelli promessi dal suo predecessore Pisapia. Rispetto all’organico presente con l’amministrazione Albertini, inoltre, ci sono 400 agenti in meno. Appena saremo a Palazzo Marino istituiremo un nucleo di Polizia Locale in servizio sui mezzi e le linee Atm, con una presenza fissa sulle tratte più esposte alla criminalità, come la 90-91. Daremo maggiori poteri, autonomia e personale ai singoli Comandi Zonali e reintrodurremo il Vigile di Quartiere, figura che dà sicurezza anche psicologica alle persone più anziane. Potenzieremo i servizi contro la violenza su donne e minori e sensibilizzeremo a tappeto la cittadinanza sulle truffe, anche informatiche, sempre più in aumento. La Polizia Locale avrà un ruolo fondamentale nello sgombero degli insediamenti abusivi e il controllo dei minori, con la fondamentale collaborazione dei Servizi Sociali. Sala ha avuto un intero mandato, ma ha preferito la televisione e i social dei suoi salotti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.