Anche al PAC e il MUDEC diventano luoghi cardio protetti

Scienza e Salute

La posa dei defibrillatori donati dal progetto In campo con il cuore, che si aggiungono a quelli già installati a Palazzo Reale, Castello Sforzesco, Museo della Permanente 

Dopo Palazzo Reale, Castello Sforzesco, Museo della Permanente anche il PAC, Padioglione di Arte Contemporanea, e il MUDEC – Museo delle Culture diventano luoghi cardio protetti, grazie ai defibrillatori donati dal progetto “In campo con il Cuore”.

Le malattie cardiovascolari colpiscono mortalmente ogni anno circa 60.000 italiani. I fattori che incidono positivamente sulle probabilità̀ di sopravvivenza delle vittime sono strettamente dipendenti alla precocità̀ di intervento ed un rapido inizio delle manovre di rianimazione e l’uso di un DAE è una condizione necessaria per salvare la vita di una persona.

Il progetto In campo con il cuore ha come obiettivo quello di rendere Milano, la Città Metropolitana territorio cardio protetto e diffondere l’importanza tra cittadini e tra i giovani, in particolar modo con iniziative sportive, l’importanza della rianimazione e dell’uso del defibrillatore.

Dal 2014 a oggi l’Associazione In Campo con il Cuore, in collaborazione con il partner Iredeem, con Paolo Maldini e Ivan Capelli come testimonial, ha donato più di 32 defibrillatori sul territorio. Da Palazzo Reale al Parco Sempione, dal Castello Sforzesco ai Municipi di Milano e a tante scuole della città.

www.incampoconilcuore.it

presidenza@incampoconilcuore.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.