Come funziona l’organizzazione di un funerale?

Economia e Diritto

Quando bisogna affrontare la morte di una persona cara, è necessario mettere da parte il proprio stato d’animo e cercare di districarsi tra tutte le incombenze con una mente lucida, in modo da far fronte a tutte le necessità, che vanno dalla scelta dell’agenzia funebre fino al disbrigo delle pratiche burocratiche nel più breve tempo possibile.

Scegliere l’agenzia funebre

La prima cosa da fare quando ci si trova ad affrontare un funerale è la scelta di un’agenzia funebre che possa permettere l’organizzazione in ogni dettaglio. Per far ciò, è possibile utilizzare un servizio come Lastello, un comparatore di agenzie funebri che permette di confrontare diversi preventivi in base ai parametri impostati, per maggiori informazioni è possibile visitare il sito https://lastello.it/onoranze-funebri/mi/comune-milano. Una volta individuata quella più confacente alle proprie esigenze, bisogna contattarla per definire tutti i dettagli, ad esempio il luogo dove verrà effettuata la cerimonia, e tutti i documenti necessari per lo svolgimento della stessa. Dopo aver definito i punti principali, è poi possibile passare ad altri elementi del funerale, come gli addobbi floreali, i necrologi, le decorazioni in marmo della tomba, ecc.

Documenti per un funerale

I documenti necessari all’organizzazione di un funerale sono diversi, a seconda del fatto che si scelga una cremazione, una tumulazione o un’inumazione. In ogni caso, è necessario presentare entro 24 ore dal decesso la denuncia di morte di un soggetto, al comune dove la morte si è verificata, indipendentemente dalla residenza del soggetto. Se il decesso avviene in ospedale o in una struttura sanitaria, tale struttura si occuperà della denuncia di morte. Invece, se la morte avviene a casa o in un’altra struttura privata, è necessario rivolgersi ad un medico (che può essere un medico di base o la guardia medica). Per trasportare la salma, è necessario anche ottenere un permesso per il trasporto. In genere, è l’agenzia funebre che si occupa di ciò, mediante delega della persona interessata. Nel caso si volesse optare per la cremazione della salma, è necessaria una dichiarazione del defunto (come un testamento) dove si può desumere la volontà dello stesso ad essere cremato, oppure una dichiarazione del parente più prossimo o dalla maggioranza dei parenti prossimi (in caso di più figli).

Pagare un funerale

Una delle questioni più spinose che riguardano l’organizzazione di un funerale è quella del pagamento. Come già detto, a seconda del tipo di funerale da organizzare, e dai servizi scelti, i prezzi possono essere differenti. Tuttavia, spesso si tratta di somme particolarmente esose, che gravano sul bilancio familiare. Proprio per questo, sempre più agenzie funebri permettono di effettuare pagamenti rateizzati. In alternativa, è possibile richiedere un prestito alle banche oppure alle finanziarie.  In ogni caso, sono sempre più diffusi pacchetti predefiniti a prezzi contenuti: si tratta di una fornitura dei beni essenziali per la realizzazione di un funerale, come la bara realizzata in legno economico, addobbi floreali minimali, ecc., insomma, tutto il necessario per un funerale poco sfarzoso. Eventualmente, anche in questo caso, è possibile aggiungere servizi addizionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.