Maltempo, Comazzi (FI): “Acquazzone mette in ginocchio la città, serve manutenzione, ma non c’è”

Milano

A causa del fortissimo temporale che si è abbattuto ieri su Milano e l’hinterland milanese, diverse sono state le chiamate a Vigili del fuoco e Polizia locale che non segnalano comunque feriti o danni gravi. Ma si notano alcune strade allagate, con difficoltà viabilistiche in varie zone della metropoli e nei comuni limitrofi, soprattutto a nord della città.
In zona Fiera una quindicina di centimetri d’acqua che, non smaltiti dai tombini, hanno rallentato il traffico.
“Come sempre accade, basta una forte perturbazione per ritrovarci con strade allagate, cantine inagibili, tombini otturati. In zona Fiera si segnalano rallentamenti al traffico cittadino a causa di 15 centimetri d’acqua che la rete fognaria non riesce a far defluire correttamente. E’ mai possibile che puntualmente, dopo ogni esondazione o un forte temporale una metropoli come Milano debba vivere questi disagi?” Lo dichiara Gianluca Comazzi, consigliere comunale e capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. “La nostra città – prosegue – non può essere messa in ginocchio da un acquazzone estivo. Al Comune di Milano chiediamo da anni di procedere a una manutenzione attenta e scrupolosa di tombini e pozzetti, eliminando foglie e detriti che rischiano di creare pericolose otturazioni. Anche stavolta – continua l’azzurro – le nostre richieste sono rimaste lettera morta; il Comune è troppo impegnato a disegnare piste ciclabili in mezzo al traffico per effettuare una corretta manutenzione dei tombini. Di questo passo – conclude – anziché andare in bicicletta, i milanesi dovranno praticare lo sci nautico per spostarsi da una parte all’altra di Milano’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.