Vaccino antinfluenzale presso il medico in Emilia? Praticamente impossibile

Economia e Politica

Cercate di fare il vaccino antinfluenzale in Emilia con il vostro medico di base? Praticamente impossibile in questi giorni. La Regione aveva comunicato “Entro la prima settimana di novembre in Emilia-Romagna saranno consegnate tutte le dosi programmate di vaccino antinfluenzale.. Attivata inoltre la procedura per richiedere alle ditte produttrici il 20% in più di dosi” E in una nota “Per quanto riguarda le 36mila dosi che, in base all’accordo della Conferenza Stato-Regioni saranno disponibili in Emilia-Romagna al mercato privato per persone di categorie non a rischio, Federfarma sottolinea che ha individuato una procedura più snella per renderle più rapidamente disponibili nelle farmacie, “entro i primi dieci giorni di novembre”. Il Resto del Carlino chiarisce che dopo la prima tranche “Poi, spiegano dalla Regione, il fornitore che ha vinto la gara ha avuto difficoltà di consegna ma, dalla prossima settimana , i medici di base potranno riprendere a vaccinare…Più complicato il discorso per le categorie non a rischio. Le farmacie aspettano ancora che vengano consegnate le quote di vaccini cedute dalla Regione, circa 36.000, il 3% della dotazione rispetto all’1,5% deciso su base nazionale. E sale anche la preoccupazione dei cittadini che tempestano di telefonate le farmacie della Regione a caccia di certezze. Certezze che, per ora non ci sono. La Regione assicura che gli approvvigionamenti arriveranno e che, dal 16 novembre, i vaccini saranno acquistabili dai cittadini fino a dopo Natale. I farmacisti, però, non possono dare risposte precise e finora hanno faticato a reggere l’urto delle pressanti richieste di chi vuole acquistare il vaccino. “

L’articolo del quotidiano bolognese è del 5 novembre. Che cosa deve polemizzare il Centrodestra? Vorrei ricordare il martello pneumatico della sinistra in Lombardia: «Siamo realmente preoccupati per la salute degli anziani e delle persone più a rischio. È inaccettabile che proprio in questo momento si sia commesso un errore così grave – continua Librandi – In caso di seconda ondata da Covid, un’efficiente ed estesa copertura vaccinale per l’influenza stagionale sarebbe assolutamente necessaria per prevenire il sovraccarico delle strutture sanitarie».(10.10.2020)  Il partito Democratico di Malnate contro Regione Lombardia: la situazione riguardo i vaccini antinfluenzali è inaccettabile. «La situazione che stiamo vivendo è drammatica. (5.11.2020) ecc. ecc. Il 16 novembre sono arrivati in farmacia , ma la quantità pare esaurita.

Vogliamo dire che in Emilia ci sono stati ritardi, contrattempi e qualcosa non ha funzionato?  E qui non gridiamo alla situazione drammatica?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.