Milano, doveva essere in carcere, ma cerca di occupare una casa popolare coi figli piccoli, arrestata

Cronaca

Tra le varie occupazioni abusive che hanno impegnato gli agenti della polizia di Milano lo scorso giovedì, quella di una donna in  particolare è finito con un arresto a causa di una condanna a 11 mesi e 28 giorni per furto aggravato emesso dal tribunale di Novara che gravava sul suo capo

A seguito di una telefonata di Aler, gli agenti si sono presentati alle 11.30 in un condominio popolare di via Paolo Segneri, in zona Giambellino dove una cittadina romena di 34 anni, stava cercando di occupare abusivamente un’abitazione, portando con sé i figli piccoli. Scoperto che su di lei pendeva una condanna, alla fine è stata portata in manette al carcere di Bollate.

Per quanto riguarda altre due occupazioni abusive, i casi si sono risolti con l’abbandono volontario degli appartamenti da parte degli occupanti. Le volanti, sempre allertate dall’Aler, sono intervenute in zona Navigli, in via Mario Picchi, dove una donna con due minori ha lasciato la casa e a San Siro, in via Traccia, dove sono state 2 donne ad abbandonare l’idea di occupare abusivamente i locali di uno stabile popolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.