Contro l’odio, il razzismo (inventati) di destra, una campagna di sensibilizzazione da parte dei veri odiatori

Milano

Una campagna di sensibilizzazione contro l’odio, il razzismo, l’emarginazione è stata programmata dettagliatamente con forze volontarie numerose e sta propagandosi in periferia. Per un attimo, costatando che sono coinvolte le case popolari di via Molise-Calvairate, pensi “Finalmente qualcuno parla e persuade contro l’odio, il razzismo elargiti a piene mani dalla sinistra, dagli antagonisti e dagli invasati che sono politicamente corretti”. Ma non è così. Combattere il razzismo e la discriminazione, coinvolgendo le associazioni di quartiere e attivando processi di cittadinanza attiva a cui possano prendere parte direttamente gli abitanti, è questo l’obiettivo di “Dirittipertutti – Periferie attive contro l’odio, il razzismo e le discriminazioni”, il progetto realizzato da Fondazione Ismu grazie al contributo dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (Unar) e nato in occasione della XVI settimana d’azione contro il razzismo per sensibilizzare gli abitati del quartiere Molise/Calvairate di Milano nella lotta ai comportamenti discriminatori.

In parole povere: nessun equilibrio nell’”accogliere i migranti”, rispettare i diritti dei clandestini, (molto più di quelli dei cittadini), denunciare il razzismo (ma dov’è?) dei biechi razzisti e combattere l’odio che, per la verità, ad oggi hanno dimostrato solo gli antagonisti, la sinistra ideologicamente schierata. La diffusione è affidata a Radio Ondad’urto che si definisce “Radio antagonista dell’etere lombardo che con il satellite e internet diffonde conflitto ovunque!!” Un matrimonio che richiama i blog, i cartelli, la ferocia d’odio dei centri sociali. Il programma prefigura un lavaggio del cervello che, ricordo, si faceva nelle vecchie sedi del PC staliniano. Infatti tra le attività prevede l’organizzazione di due laboratori formativo/creativi che coinvolgeranno i giovani del quartiere. I laboratori verteranno sulla creazione di prodotti digitali audio-video e di testi sul tema del razzismo per favorire la diffusione dei contenuti antidiscriminatori. I laboratori, che si terranno dal 13 al 28 ottobre, saranno tenuti da esperti della Fondazione Ismu e da esperti nella produzione di materiali multimediali. È in programma inoltre una campagna informativa rivolta alle potenziali vittime, che prevede la preparazione e la distribuzione presso gli sportelli delle associazioni di quartiere di materiale informativo sugli strumenti di segnalazione e sugli organismi di tutela a difesa delle vittime. Verrà coinvolto lo sportello legale del Comitato Molise/Calvairate.

Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensa il legittimo occupante di un appartamento nelle case popolari che deve convivere con gli abusivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.