Caro Direttore, come glielo spiego ai francesi che la nostra “emergenza” è un escamotage del Governo?

Politica

Caro Direttore,

scusi questo piccolo sfogo, ma se mi sono presa la briga di mettermi al computer in questi giorni di vacanze è perché sono sconcertata.

Prima di partire ero da mia madre, molto anziana, e commentavo con lei che tanti sacrifici fatti da noi italiani durante il picco del covid ora hanno dato dei risultati, visto che rispetto agli altri paesi che ci circondano stiamo tenendo piuttosto bene. A quel punto è intervenuta la badante romena “No signora, non ci creda, non lo dicono ma la situazione in Italia non è per niente bella. I miei amici in Romania hanno visto su internet che siamo in emergenza, che l’ha detto il presidente Conte”.

Per spiegare alla badante che la nostra “emergenza” è uno stratagemma del Governo per fare un po’ quello che vuole, c’è voluto del bello e del buono, ma non è finita lì.

Parto per le vacanze e arrivo in Francia, qui noto che, anche se fino al mese scorso in Costa Azzurra pensavano che il covid quasi non li riguardasse, adesso finalmente cominciano a prendere la cosa un po’ sul serio. Dico solo un po’ visto che, se finalmente sono diventate obbligatorie le mascherine nei negozi, i lettini in spiaggia però sono appiccicati l’uno all’altro.

Bene, mentre il Tg ci informa che in Francia si sono registrati 2.300 contagi in 24 ore, vengo avvicinata dai miei vicini che mi salutano festosi, poi, con espressione di circostanza, si dicono molto dispiaciuti di aver saputo che da noi la situazione è ancora molto dura. E, alla mia espressione tra lo stupito e l’interrogativo, mi spiegano di aver sentito che in Italia è stata decretata l’emergenza.

Spiego anche a loro che la situazione italiana ora (incrociamo le dita) è fortunatamente molto più serena che nella maggior parte degli altri paesi e che si tratta fondamentalmente di un escamotage del governo. Mi sono sembrati non molto convinti, quindi li ho invitati a paragonare le statistiche su internet. Ma dico…vi sembra possibile?! Come glielo spieghiamo che per noi italiani ormai è diventato normale accettare anche cose che per gli altri sono incomprensibili e che questa è solo una delle tante (vedi gli scandali nella giustizia, ecc).

Noi, pare che ci abbiamo fatto il callo, ma spesso rifletto e mi chiedo: MA È GIUSTO CHE CI SIAMO RIDOTTI COSÌ ?

Elena C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.