Da chi ama Milano, la sua storia, la sua fierezza

Milano
PREGHIERA

L’è una preghiera fada in cà

De vun che el sa pù che fà

L’è fada, con umiltà, alla Madunina

De fà turnà Milan ‘me l’era prima

Cul sò casin e tuta la sua gent

L’era mej de adess che gh’e in gir gnent

L’è una preghiera sentida e disperada

Te preghi dagh un taj a ‘sta menada

E se de aiutamm te avree decis

Parla a chi te seet in Paradis

(Giuseppe Reis da “mi sun minga un barlafus”)

*

LA STATUA DELLA LIBERTA’ DI MILANO

(foto e testo di Andrea Cherchi) Se mai vi chiedessero dove si trova la Statua della Libertà, quella originale, d’ora in avanti non siate così spavaldi da rispondere subito e con certezza che si trova in America. Contate fino a dieci, respirate e inspirate profondamente, sfregate le mani e rispondete così: “la Statua della Libertà, quella originale, è a Milano sulla facciata del Duomo. Gli Americani sono venuti dopo di noi!” Non abbiate timore di essere smentiti. Nessuno potrà farlo. La Statua è lì da vedere, sotto gli occhi di milioni di turisti che, forse troppo presi fra piccioni e selfie, non l’hanno mai notata.

*

Davanti a un supermarket, in fila per comprare il pane, Antonio Scurati scrive:

“Vedo questi uomini e queste donne tristi, incongrui a loro stessi. Li guardo. Non ho nessuna intenzione di sminuirli o deriderli. Sono uomini e donne adulti eppure sopra le mascherine mostrano lo sguardo sgomento di bambini deprivati.

Sono arrivati del tutto impreparati all’appuntamento con la loro storia eppure, proprio per questo motivo, sono donne e uomini coraggiosi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.