Coronavirus, dopo la donazione Tim, 3.200 telefonini per le carceri

Cronaca

Tremiladuecento apparati mobili per telefonare e videochiamare a disposizione degli istituti penitenziari italiani. Dopo la fornitura gratuita di 1.600 telefoni cellulari da parte di Tim, il Ministero della Giustizia – Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, sta provvedendo all’acquisto di altri 1.600 telefoni mobili che i detenuti potranno utilizzare per restare in contatto con i propri cari. Si potrà fare ricorso a questi mezzi, in aggiunta a quelli già presenti negli istituti (Skype e telefoni fissi), oltre i limiti di tempo consentito. Si tratta di iniziative adottate per far fronte all’emergenza sanitaria e alle conseguenti limitazioni previste per contenere il rischio di contagi. Fra queste anche l’utilizzo senza costi del servizio di lavanderia, la possibilità di ricevere bonifici online, l’aumento dei limiti di spesa per ciascun detenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.