Nella Milano deserta c’è anche chi non rispetta i divieti e si raduna per far festa

Milano

Il commissariato Sempione nella notte tra domenica e lunedì, a seguito della segnalazione di un condomino, è intervenuto in via Montello, dove si sentivano provenire da un appartamento rumori e musica ad alto volume.

La polizia recatasi sul posto, ha trovato 16 ragazzi, di cui 4 minorenni, che hanno confessato di aver preso in affitto l’appartamento da un’agenzia solo per potersi ritrovare e far festa con gli amici. Ora verranno effettuati accertamenti sull’agenzia che ha affittato l’appartamento.

Domenica sera, in via Varesina, una pattuglia del commissariato Quarto Oggiaro  ha notato sette cittadini turchi di età compresa tra i 24 e i 33 anni intenti a fumare e chiacchierare seduti in gruppo sulla soglia di un palazzo, a distanza molto ravvicinata e scambiandosi tranquillamente saluti con le mani. I giovani, non avendo valide giustificazioni per trovarsi in strada e non avendo rispettato le norme igienico sanitarie, sono stati tutti indagati.

Sempre domenica sera, intorno alle 19, in piazza Oberdan, gli agenti hanno condotto in questura, denunciandole per la violazione del decreto anti Covid-19, undici persone di origini sudamericane che sono anche state denunciate per rissa e resistenza a pubblico ufficiale. Il gruppo, visibilmente sotto i fumi dell’alcol, si è scatenato in una rissa con lancio di bottiglie e oggetti vari. Una volta fermati dalla polizia, i sudamericani hanno opposto resistenza inveendo contro gli agenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.